Domenica, 13 Giugno 2021
Fitness

I trucchi e gli allenamenti mirati per ridurre le culotte de cheval

Per eliminare le culotte de cheval bisogna armarsi di motivazione e pazienza. Attraverso l'esercizio fisico mirato ed una dieta equilibrata sarà possibile ridurre questo fastidioso inestetismo: ecco gli sport più indicati

Sul fatto che siamo tutti diversi non c'è dubbio, ogni corpo ha una sua forma, ma tra gli inestetismi più comuni e odiati delle donne troviamo le cosiddette "culotte de cheval", ovvero degli accumuli di grasso nella zona iniziale della gamba, più specificatamente tra la coscia e il gluteo: insomma, dei cuscinetti che danno a questa parte del corpo una sorta di forma a pera.

Questa caratteristica interessa quasi esclusivamente il corpo femminile ma non è necessariamente dovuta ad un vero e proprio eccesso adiposo (almeno nella maggior parte dei casi), proprio per questo motivo riuscire ad eliminarle con sport e dieta risulta più complicato. Questa difficoltà è dovuta più che altro alla loro composizione: spesso infatti questa zona viene colpita dalla cellulite. Ovviamente, nel caso di un sovrappeso eccessivo, sarà molto più probabile il loro manifestarsi.

Come ridurre le culotte de cheval

Le cause delle culotte de cheval possono essere molteplici e di diversa natura: se da un lato la nostra composizione corporea potrebbe essere maggiormente predisposta a questa "forma", dall'altro ci sono dei fattori che possono aumentare la possibilità della loro comparsa: tra questi, una dieta ipercalorica, fattori ormonali, sedentarietà, fumo, uso di anticoncezionali orali, indumenti.

In questo caso, dunque, bisogna armarsi di motivazione e pazienza ed anche se i risultati non saranno subito ben visibili, attraverso l'esercizio fisico mirato ed una dieta equilibrata sarà possibile eliminare o ridurre questo fastidioso inestetismo.

Sport per eliminare culotte de cheval

Per eliminare le culotte de cheval dovremmo partire da una semplice constatazione: qual è l'attività fisica più indicata per eliminare la cellulite? La risposta è l'allenamento con i pesi. Quasi tutti i bodybuilder svolgono più o meno regolarmente cicli di forza, caratterizzati da esecuzioni più vicine al powerlifting. Allo stesso modo, inseriscono sessioni più o meno importanti di attività aerobica, per promuovere il consumo dei grassi adiposi e facilitare la definizione. Con il resistance training, quindi un allenamento svolto con i pesi, lavorando severamente sui glutei e sugli arti inferiori (quindi squat, affondi, stacchi) si otterrà più facilmente il tanto desiderato rimodellamento. Fanno parte di questa tipologia di allenamento tutta quella categoria di allenamenti fisici anaerobici in cui i muscoli esercitano la propria attività contro un carico esterno. Si tratta di una tipologia di allenamento che consente di sviluppare la forza muscolare, tuttavia esistono diverse modalità che possono sviluppare diversi tipi di forza, principalmente la forza massimale, la forza resistente (resistenza muscolare), o la forza rapida (potenza muscolare).

 Anche la ginnastica aerobica è molto efficace, che sia di bassa o media intensità è utile a bruciare calorie, l'importante è che stimoli il metabolismo aerobico.

Anche il fitness metabolico ha il suo perché, fa parte di questa tipologia di allenamento il circuit training: un tipo di workout che viene generalmente svolto con sovraccarichi e con più serie di esercizi multipli usando ripetizioni medio-alte, basse intensità, senza pause, o con pause molto brevi. Si tratta di un tipo di allenamento molto vantaggioso perché migliora la forza, l'ipertrofia, la resistenza muscolare e la capacità aerobica in un'unica sessione, riuscendo a generare i benefici tipici dell'allenamento anaerobico e aerobico.

L'allenamento a circuito è una variante del resistance training tradizionale ed è stato stimato che è in grado di ridurre la percentuale di grasso dal 2,9% al 0,8%. Il termine circuito si riferisce al fatto che le serie di esercizi all'interno dell'allenamento vengono eseguiti consecutivamente senza pause, o con pause molto brevi. Nel formato originale, il circuito comprendeva 8-12 stazioni. Questo numero può variare a seconda dell'impostazione del programma.

Un'altra causa scatenante delle culotte de cheval è l'uso eccessivo di scarpe con tacchi alti o indossare indumenti troppo stretti, ciò può infatti causare dei problemi alla normale attività circolatoria. Dunque, via libera a quegli esercizi che ci consentono di migliorare la circolazione. Tra questi ricordiamo lo stretching isometrico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I trucchi e gli allenamenti mirati per ridurre le culotte de cheval

Today è in caricamento