Venerdì, 7 Maggio 2021

Fitness: gli errori comuni che causano il mal di schiena

Avere mal di schiena subito dopo il workout è un fenomeno piuttosto frequente e spesso è causato da alcuni errori nell'esecuzione degli esercizi. Ecco i più comuni e come evitarli

Foto d'archivio

Dopo un allenamento intenso è normale sentirsi affaticati, la stanchezza però non dovrebbe mai trasformarsi in dolori alle articolazioni o alla schiena. In realtà accusare mal di schiena dopo il workout è un fenomeno piuttosto frequente e spesso è causato da alcuni errori nell'esecuzione degli esercizi. Inoltre, la colonna vertebrale subisce tutto il giorno il peso della gravità e le pressioni legate alle attività quotidiane (sforzi, carichi). Le conseguenze della gravità si avvertono a livello dei dischi intervertebrali, cuscinetti che si trovano tra le vertebre e che, a causa di questo carico, durante la giornata si accorciano. Ecco gli errori più comuni nell'allenamento che possono causare il mal di schiena.

Saltare il riscaldamento

Prima di iniziare qualsiasi tipo di allenamento, se si vogliono evitare infortuni, strappi e dolori alla schiena, è fondamentale fare riscaldamento. La durata dovrebbe andare dai 3 a 5 minuti e dovrebbe includere alcuni movimenti di mobilità incentrati sull'apertura dei fianchi, della parte superiore della schiena e delle spalle e un lavoro di stabilizzazione focalizzato sull'attivazione dei glutei, dei muscoli centrali della schiena, degli obliqui e delle spalle.

Le finalità del riscaldamento sono tante, tra le principali ricordiamo le seguenti:

  • aumentare la vasodilatazione;
  • aumentare l'approvvigionamento di sangue ai muscoli e di conseguenza favorire l'apporto di nutrienti e lo scambio gassoso al muscolo in attività;
  • aumentare gli impulsi nervosi al muscolo;
  • migliorare lo smaltimento delle scorie;
  • aumentare la temperatura corporea per fare in modo che l'attività degli enzimi responsabili della produzione di energia possa essere ottimizzata.

Qui tutti i benefici e i consigli per fare un buon riscaldamento

Stacchi e piegamenti

Estendere la colonna vertebrale troppo indietro o troppo in avanti quando si fanno stacchi, piegamenti o sollevamento pesi può provocare mal di schiena o strappi muscolari. Quando eseguiamo questo tipo di esercizi, infatti, la colonna vertebrale dovrebbe essere sempre ben dritta. Eseguire l'esercizio in modo corretto, dunque, non solo è importante per trarre maggiori benefici da esso, perché così sarà più efficace, ma evita anche fastidiosi possibili traumi.

Facendo sollevamento pesi, soprattutto in fase di stacco, bisogna piegare il bacino invece di inarcare la parte bassa della schiena, mantenendo la gabbia toracica in linea con il resto del corpo.

Usare pesi troppo pesanti

Anche usare pesi troppo pesanti potrebbe essere causa del vostro mal di schiena. Mettere troppa forza nello slancio per sollevare un peso troppo pesante può infatti provocare infortuni.

Dunque attenzione con il movimento durante lo slancio che dovrebbe essere sempre lento e controllato. Ovviamente anche in questo caso è importante non inarcare la schiena che deve rimanere sempre dritta.

Esercizi unilaterali e per la schiena

I movimenti che allenano un lato del corpo alla volta sono importanti per chi vuole scongiurare lesioni e mal di schiena in quanto aiutano a bilanciare gli squilibri muscolari. Inoltre, può essere utile anche eseguire gli esercizi per la schiena, in questo senso un consiglio è praticare yoga o pilates che prevedono esercizi specifici per la postura.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fitness: gli errori comuni che causano il mal di schiena

Today è in caricamento