Lunedì, 12 Aprile 2021

Sport e salute: cos'è e in cosa consiste il fitness metabolico

Potremmo definirlo un nuovo approccio alla salute e al fitness sportivo che pone meno enfasi sul peso corporeo e più enfasi sulla salute del metabolismo per rendere il soggetto "metabolicamente sano". Ecco in cosa consiste

Foto d'archivio

Il fitness metabolico è un concetto relativamente recente legato al fitness sportivo. Esso indica il "benessere metabolico" o la "salute metabolica", cioè un componente del fitness fisiologico che denota una riduzione del rischio di diabete e malattie cardiache mediante programmi di esercizio fisico a moderata intensità in cui il fine primario non è più il tipico miglioramento del fitness/benessere "cardiorespiratorio" o "cardiovascolare", ma piuttosto il miglioramento della componente metabolica del soggetto.

Fitness metabolico: in cosa consiste

Potremmo definirlo un nuovo approccio alla salute e al fitness sportivo che pone meno enfasi sul peso corporeo e più enfasi sulla salute del metabolismo, per rendere il soggetto "metabolicamente sano".

Il termine è stato introdotto originariamente da Jean Pierre Després e colleghi, i quali segnalarono che l'aumento dell'attività fisica può ridurre le probabilità di insorgenza del diabete mellito e delle malattie cardiovascolari.

La patologia della sindrome metabolica descrive una tendenza a fattori di rischio come l'obesità addominale e viscerale, e l'alta pressione. Després sostiene che lo stile di vita sedentario è tossico per la salute metabolica dei pazienti obesi. Piuttosto che focalizzarsi sulla riduzione del peso corporeo, egli raccomanda una dieta sana e bilanciata con meno grassi e carboidrati raffinati, e un aumento dell'attività fisica quotidiana. Inoltre, secondo Gaesser, il fitness metabolico è legato all'insulina, o più correttamente all'insulino-resistenza, un problema associato spesso al diabete mellito.

Il concetto di fitness metabolico sta prendendo piede soprattutto negli ultimi anni per identificare lo stato metabolico del soggetto. Il cosiddetto "profilo metabolico" infatti è una denominazione utilizzata per misurare lo stato della sensibilità all'insulina, della tolleranza al glucosio, e dei livelli di colesterolo. I benefici indotti dall'attività di fitness erano più spesso associati al fitness cardiovascolare, portando a dei miglioramenti di natura cardiovascolare come l'aumento del massimo consumo di ossigeno (VO2max). Il fitness metabolico, al contrario, mette in risalto i benefici di carattere metabolico come il miglioramento del profilo lipidico (riduzione dei livelli lipidici e LDL nel sangue e/o aumento del HDL), il miglioramento del profilo glicemico (aumento della sensibilità insulinica e della tolleranza al glucosio) perdita di peso associata alla riduzione della massa grassa, controllo dello stress, riduzione del rischio di diabete.

La "sindrome da insulino-resistenza"

Dal punto di vista scientifico, il fitness metabolico può essere definito come l'efficienza con cui il corpo umano risponde all'ormone insulina. Un corpo "insulino-sensibile" tende a presentare un'eccellente tolleranza al glucosio, una pressione sanguigna nella norma, e un buon profilo lipidico. Pertanto, le persone sensibili all'insulina tendono ad essere a basso rischio di diabete mellito di tipo 2 e malattie cardiache rispetto alle persone che sono "resistenti all'insulina" o "insulinoresistenti", una condizione metabolica in cui le cellule dei tessuti insulino-dipendenti non rispondono normalmente a questo ormone, causando anche disordini del metabolismo lipidico e un'elevazione della pressione sanguigna.

La resistenza all'insulina è associata ad un alto rischio di diabete di tipo 2 e di malattie cardiache. Sebbene i geni possano avere un ruolo, le principali cause dell'insulino-resistenza sono l'assenza di esercizio fisico, una dieta ricca di grassi (specialmente grassi saturi), carboidrati e zuccheri raffinati, e povera di fibre. 

Che tipo di allenamento?

Sostanziali miglioramenti nella sensibilità all'insulina possono essere ottenuti nel giro di pochi giorni o settimane, il che spiega perché gli importanti miglioramenti nella tolleranza al glucosio, nella pressione arteriosa, e nel profilo lipidico possono essere osservati così rapidamente dopo l'avvio di un programma di allenamento fisico e/o assumendo cibi più sani.

L'esercizio fisico da adottare per migliorare il fitness metabolico prevede un'attività fisica aerobica ad intensità moderata per 20-40 minuti al giorno, quasi tutti i giorni della settimana. L'intensità e la durata dell'esercizio, poi, possono essere modificati in base alle esigenze individuali. Altrettanto efficace è l'esercizio cardiovascolare ad alta intensità con una durata di 20-30 minuti per allenamento.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport e salute: cos'è e in cosa consiste il fitness metabolico

Today è in caricamento