Venerdì, 18 Giugno 2021
Fitness

MGA: il metodo di autodifesa che raccoglie le tecniche delle arti marziali più importanti

Il Metodo globale di autodifesa è un sistema specifico di autodifesa che raccoglie una serie di tecniche derivate dalle discipline federali più importanti, dal Karate al Judo. Ecco come funziona e quali sono i benefici

Foto d'archivio

Con il termine autodifesa si indica la capacità di difendersi dai pericoli e dalle minacce alla propria integrità fisica ma anche psichica, in genere possiamo considerarla un insieme di tecniche di difesa ispirate a diverse discipline delle Arti Marziali. Oggi chiunque può imparare queste tecniche: dal principiante all’esperto nelle Arti Marziali.

La difesa personale comprende tecnica, strategia e tattica combinabili tra di loro per la difesa contro aggressioni e/o attacchi. Lo studio della difesa personale ha anche lo scopo di aumentare la fiducia in sé stessi e di far conoscere i vari tipi di pericolo. L'attività si basa su due concetti essenziali: essere preparati; agire solo per difesa e mai per offesa (nel rispetto delle norme vigenti).

Infatti, lo scopo dell’autodifesa è quello di sapersi proteggere ma sempre nel rispetto delle leggi italiane sulla legittima difesa. Con questa disciplina imparerai a reagire a diverse attacchi (frontali, laterali, da dietro) ma anche agli assalti (spinte, strangolamenti).

Considerata l'importanza dell'argomento, la FIJLKAM - Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali, organizzazione ufficiale che raccoglie la maggior parte delle discipline di combattimento, ha creato un sistema specifico di autodifesa: ovvero il Metodo globale di autodifesa.

Metodo globale di autodifesa: cos'è e come funziona

Il Metodo globale di autodifesa è la sintesi delle principali discipline federali quali:  

Per imparare a difenderti, ti insegnano quindi:

  • attacchi del Karate;
  • corpo a corpo del Judo;
  • leve articolari dell’Aikido e del Ju-Jitsu. 

Come leggiamo su Melarossa, MGA è un mix delle discipline federali più importanti, che hanno caratteristiche di combattimento diverse tra loro. Queste differenti peculiarità permettono di affrontare situazioni di rischio e di aggressione diverse. Infatti, prevedono modalità di attacco nella forma, distanza, schemi di esecuzione. La pratica è fondamentale per l’acquisizione di sicurezza e autostima, elementi cardine per la formazione del carattere e della volontà.

Autodifesa: livelli di apprendimento

Sempre su Melarossa leggiamo che nell'autodifesa esistono tre livelli di apprendimento:

  • Basic: studio degli spostamenti e dei movimenti elementari per evitare colpi su varie parti del corpo, evitare bloccaggi e contrattaccare con tecniche di semplice acquisizione al fine di risolvere situazioni di rischio di bassa pericolosità.
  • Intermediate: apprendimento in condizioni più complesse per livello di criticità e allenamento al fine di poter sostenere contesti sfavorevoli con maggiore variabilità delle azioni offensive portate dagli aggressori.
  • Advanced: allenamento su situazioni estremamente critiche che prendono in esame velocità, assalti multipli e organizzati, aggressioni con armi da punta e da taglio.

I benefici

Insomma, questa disciplina serve soprattutto a difendersi contrastando colpi di vario genere come calci e pugni. Dunque è indispensabile conoscere adeguate tecniche di attacco. Ma oltre alla difesa, questa pratica può anche essere assimilata ad un’attività sportiva. Infatti, nell’autodifesa, usi l’insieme del corpo e soprattutto braccia e gambe. Quindi potenzi i muscoli ma lavori anche sull’agilità, la reattività e migliori i tuoi riflessi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MGA: il metodo di autodifesa che raccoglie le tecniche delle arti marziali più importanti

Today è in caricamento