Mercoledì, 23 Giugno 2021
Fitness

Il mountain biking come sport agonistico o come attività ricreativa: tutti i benefici

Uno sport individuale o di gruppo che richiede resistenza fisica e mentale, equilibrio, capacità di guida e autosufficienza. Nel mountain biking si percorrono discese ripide e tecniche, ma questo sport può essere comunque praticato ad un livello base. Ecco i benefici

Foto d'archivio

Chi non hai mai fatto una bella escursione in montagna andando in bicicletta? Il mountain biking è uno sport molto apprezzato in Italia e non solo che consiste appunto nel guidare biciclette chiamate mountain bike. Rispetto a quelle tradizionali, le mountain bike sono progettate per aumentare la robustezza e l'efficienza della pedalata su terreni irregolari.

Si tratta di uno sport individuale o di gruppo che richiede resistenza fisica e mentale, equilibrio, capacità di guida e autosufficienza. I mountain biker più evoluti percorrono discese ripide e tecniche, ma questo sport può essere comunque praticato anche da principianti a livelli base, anche, ad esempio, per scoprire posti nuovi e fare delle escursioni immersi nella natura.

Può essere praticato quasi ovunque, da un cortile a una stradina imbrecciata, ma la maggior parte dei biker pedalano su percorsi fuoristrada, che siano strade di campagna, forestali o singletrack (sentieri di larghezza ridotta, creati e mantenuti principalmente dal passaggio).

Un po' di storia

Nonostante la storia del mountain biking abbia radici antiche, solo a cavallo fra gli anni Settanta e Ottanta i costruttori iniziarono a produrre biciclette leggere e tecnologicamente adatte alla montagna; il primo si ritiene sua stato Joe Breeze nel 1978. Nel frattempo nacque anche la MountainBikes, società che costruiva telai e si occupò anche di montare i primi modelli. Le prime mountain bike erano sostanzialmente telai da corsa con tubature più robuste e geometria diversa, gomme più larghe, il manubrio dritto e alcune parti provenienti dalla BMX.

Nei vent'anni a cavallo del 2000 la mountain bike è passata dallo status di sport poco conosciuto a popolare. Biciclette ed equipaggiamenti che una volta erano disponibili solo in negozi specializzati ora possono trovarsi in qualunque negozio di biciclette; le mountain bike hanno raggiunto persino i grandi magazzini, dove possono essere acquistate a prezzi bassi con sospensioni e freni a disco.

Sempre in questi anni sono stati aperti anche un gran numero di bike park, aree attrezzate come percorsi a ostacoli o più simili a stazioni sciistiche dove però si scende in mountain bike su piste di terra, con salti ed altri ostacoli.

Il mountain biking come sport agonistico e non solo

L'Unione Ciclistica Internazionale (UCI) ha riconosciuto la mountain bike come sport ufficiale relativamente tardi. I primi campionati del mondo risalgono al 1990. Il mountain biking è uno sport che contempla sia l'agonismo che l'attività ricreativa o salutistica. Alcune di queste discipline hanno uno stampo più marcatamente agonistico e sono definite e regolate da organizzazioni nazionali ed internazionali; tuttavia queste possono essere praticate in maniera dilettantistica tanto quanto quelle più ricreative.

Codici di autoregolamentazione

Il mountain biking è un'attività che viene prevalentemente svolta in ambienti naturali che possono risentire della pratica di questo sport. Per questo motivo, l'International Mountain Bicycling Association ha stilato sei semplici regole che il mountain biker dovrebbe sempre tenere a mente, ed anche il Club Alpino Italiano ha fatto qualcosa del genere ispirandosi proprio al codice IMBA ed anche quello della statunitense National Off-Road Bicycle Association. Tali regole sono dettate dal buon senso, dal rispetto per l'ambiente e per gli altri, e dalla considerazione che il comportamento che il mountain biker tiene influenzerà la reputazione dell'intero sport, in particolare nel futuro. Tra queste ricordiamo:

  • percorrere solo sentieri dove è permesso circolare in bicicletta e non lasciare tracce evidenti (rifiuti compresi);
  • essere sensibili al terreno sotto le ruote, evitando in particolare di percorrerlo quando fangoso, di usare tecniche di guida dannose per l'ambiente, di uscire dai sentieri e tantomeno di aprirne di nuovi, e soprattutto evitare sentieri che possano indurre a qualcuna di queste pratiche;
  • affrontare i percorsi con prudenza, evitando di porsi in condizioni di rischio a seconda delle capacità proprie e del proprio mezzo, che deve essere efficiente ed in buone condizioni, oltre a munirsi delle necessarie protezioni;
  • lasciare il passo ai pedoni, e comunque avvisare della propria presenza senza spaventare e senza compiere sorpassi pericolosi;
  • non spaventare gli animali, sia selvatici che domestici.
  • programmare le uscite con accortezza evitando avventure rischiose o solitarie, avvisare delle proprie intenzioni e dell'orario previsto di rientro, ed equipaggiarsi in maniera da essere indipendenti durante il giro (cibo ed acqua, indumenti, attrezzi e ricambi, strumenti per la navigazione, equipaggiamento d'emergenza).

Benefici

Infine, tra i tanti benefici della mountain bike troviamo il potenziamento dei muscoli e della loro resistenza, insieme al rafforzamento delle articolazioni e naturalmente al dimagrimento: la bici, infatti, è una attività aerobica che aiuta a bruciare tante calorie e di conseguenza fa perdere molto peso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mountain biking come sport agonistico o come attività ricreativa: tutti i benefici

Today è in caricamento