Sabato, 27 Febbraio 2021

Fitball Pilates: i benefici, perché usarla e come scegliere quella giusta

La fitball è un accessorio efficace e semplice da utilizzare. Ideale per lavorare su schiena, addominali, glutei e cosce, aiuta a migliorare l’equilibrio e la postura. Ecco come scegliere quella più adatta alle nostre esigenze

Foto d'archivio

Rieducativo e terapeutico, il Pilates è uno sport ricco di benefici: ottimo per tonificare la muscolatura del nostro corpo e aiutarci a recuperare equilibrio fisico e mentale, riducendo notevolmente lo stress. I suoi movimenti sono dolci e permette di raggiungere ottimi risultati con dei semplici esercizi che richiedono, più che sforzo e sudore, concentrazione, controllo e precisione. Un tipo di ginnastica che può essere svolta con l’ausilio di macchinari specifici oppure a corpo libero. Esistono infatti diverse varianti rispetto al metodo “classico”, come il Pilates aereo e il Pilates ring, che prevede l’uso di attrezzi come la fitball.

Fitball: i benefici

La palla da Pilates, o fitball, è un accessorio efficace e semplice da utilizzare. Ideale per lavorare su schiena, addominali, glutei e cosce, aiuta a migliorare l’equilibrio e la postura. Anche il semplice star seduti su di essa comporta notevoli benefici perché i micromovimenti per rimanere in equilibrio sulla palla faranno lavorare tutti i muscoli dell’addome. Dunque, in poche parole, stando fermi i muscoli continuano a tonificarsi e rilasseremo la colonna vertebrale.

Praticare Pilates in casa

Eseguire esercizi di Pilates comodamente a casa è possibile: oltre alla vostra fitball bisognerà munirsi di un materassino da palestra, in quanto molte di queste tecniche prevedono posizioni da seduti o da supini. Sarà, inoltre, importante poter disporre di uno spazio ampio e indossare vestiti comodi, in modo da poter eseguire i movimenti richiesti senza forzature e in piena libertà. Potete, inoltre, aggiungere della musica rilassante di sottofondo come piacevole accompagnamento per la vostra sessione. Inizialmente sarà meglio praticare il Pilates due, massimo tre volte alla settimana, per poi eventualmente aumentare in modo graduale. Ricordatevi sempre che i movimenti sono lenti e controllati, e rimanete focalizzati sulla fascia del core, che deve sempre rimanere contratta, così da non forzare la schiena. Una volta terminate tutte le ripetizioni, completate l’allenamento effettuando dello stretching muscolare.

Come scegliere la palla da Pilates

Quando si sceglie una fitball è fondamentale valutare diversi parametri come le misure, il materiale e il peso. Per quanto riguarda il primo aspetto, valutare altezza e diametro è fondamentale: come si legge su Melarossa, infatti, se sei alto meno di 140 cm, bisogna scegliere la fitball da 45 cm. Invece, la palla da 55 cm è ideale per chi è alto dai 140 ai 160 cm, mentre dai 160 ai 180 cm sarebbe meglio optare per la fitball da 65 cm. Invece, per chi ha un’altezza superiore ai 180 cm deve scegliere una palla da 75 cm.

Per quanto riguarda i materiali, ricordiamo che la maggior parte delle palle da pilates sono realizzate in PVC, che rappresenta uno tra i materiali più adatti poiché più flessibile e resistente rispetto agli altri. Esistono poi anche palle da pilates con supporto in tessuto sfoderabile e lavabile in lavatrice. 

Infine il peso. Le comuni palle fitness sono in grado di sostenere un carico massimo di 100 kg. Per chi pesa di più ma anche per gli allenamenti più intensi, sono disponibili anche fitball professionali che riescono a sostenere sino a 300 kg, alcune addirittura fino a 900 kg. 

Prezzo

Concludiamo con i prezzi che variano molto a seconda del tipo di palla scelta e la sua qualità. Si parte infatti dai 10 euro, per palle considerate amatoriali, fino ad arrivare ai 60 euro per palle dotate di caratteristiche tecniche più specifiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fitball Pilates: i benefici, perché usarla e come scegliere quella giusta

Today è in caricamento