Venerdì, 25 Giugno 2021
Fitness

La pliometria per aumentare potenza e resistenza muscolare: come funziona

La pliometria è una disciplina perfetta per migliorare le performance e avere un corpo più tonico: grazie ad essa, infatti, oltre a bruciare calorie migliorerai la forza esplosiva, la velocità, la resistenza, la massa muscolare e le capacità cardio respiratorie. Ecco come funziona

Foto d'archivio

Per pliometria si intende un'attività fisica caratterizzata dal rapido susseguirsi di una contrazione eccentrica e di una concentrica. Esistono diversi programmi di allenamento basati su esercizi pliometrici che permettono di sviluppare la forza massimale del muscolo. Il termine venne introdotto da Fred Wilt, atleta e successivamente allenatore statunitense.

Questa particolare tecnica di allenamento è utile ad aumentare la potenza grazie agli esercizi pliometrici, ovvero una serie di movimenti veloci ed esplosivi. Si tratta di una disciplina perfetta per migliorare le performance e avere un corpo più tonico: grazie ad essa, infatti, oltre a bruciare calorie migliorerai la forza esplosiva, la velocità, la resistenza ed anche la massa muscolare e le capacità cardio respiratorie.

Pliometria: che cos’è

La pliometria è molto usata nella preparazione atletica ma anche nel crossfit. Questa disciplina è caratterizzata da 2 fasi, chiamate allungamento e accorciamento: nella prima - come suggerisce la parola stessa - il muscolo si allunga; nella seconda, invece, si accorcia in un tempo molto breve. La conseguente contrazione permette di moltiplicare la capacità del muscolo di produrre un movimento potente in un arco di tempo molto breve.

Pliometria: la storia

Come leggiamo su Melarossa, il termine pliometria è stato inventato da Fred Wilt, ex corridore di fondo americano, e da Michael Yessis, allenatore sportivo in biomeccanica. Durante un suo allenamento Wilt notò che gli atleti russi includevano dei salti durante il riscaldamento mentre Wilt faceva solo allungamenti statici. Wilt e Yessis allora proseguirono gli studi per la corsa e nel 1984, pubblicarono un libro, "Teoria sovietica, tecnica e allenamento nella corsa e il salto ad ostacoli".

Inoltre, nel 1986, uno studio di 12 settimane esaminò l’influenza dei salti pliometrici nei giocatori di pallavolo. I risultati hanno dimostrato che non solo la forza esplosiva era maggiore ma che la forza massimale dei movimenti isometrici era aumentata. Da quel momento il termine pliometria comincio ad essere utilizzato nel mondo dell’allenamento sportivo.

Allenamento pliometrico: come funziona

La pliometria è una tecnica di allenamento mirata ad introdurre nuovi movimenti e nuovi modi di sollecitare i muscoli mantenendo il corpo agile e costringendo i muscoli a tonificarsi e a svilupparsi senza farli abituare alle solite stimolazioni. Questo meccanismo, in poche parole, consente di non far diventare le performance statiche.

La pliometria richiede tanta forza. Gli esercizi da svolgere sono molto intensi e necessitano di un particolare tempo di recupero: come leggiamo su Melarossa, bisogna attendere tra le 48 e le 72 ore perché l’organismo recuperi completamente. Bastano 2 allenamenti a settimana per evitare stanchezza muscolare e fisica. 

Il riscaldamento è fondamentale. Infatti, i movimenti sono molto veloci, dunque bisogna preparare in modo adeguato il corpo allo sforzo che dovrà compiere.

Si lavora soprattutto con i salti. L’ altezza del salto determina la difficoltà dell’esercizio. Distinguiamo 3 tipi di salti:

  • basso impatto per i principianti (salto all’altezza della caviglia);
  • medio impatto (altezza del ginocchio);
  • alto impatto per il livello avanzato e sportivi (altezza al livello dell’anca).

Benefici della pliometria

Molti sportivi professionisti utilizzano regolarmente questa tecnica di allenamento per migliorare le loro prestazioni. Tra i diversi benefici della pliometria ricordiamo che aiuta a sviluppare la massa muscolare; avremo un aumento della forza esplosiva in quanto praticare la pliometria aumenta l’energia e lo scatto su un tempo molto corto; migliora la propriocezione; migliora la resistenza cardiovascolare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pliometria per aumentare potenza e resistenza muscolare: come funziona

Today è in caricamento