Lunedì, 1 Marzo 2021

La preparazione atletica nel calcio: le fasi fondamentali

Giocare a calcio a livello professionistico richiede una preparazione atletica e un impegno non trascurabili. Ecco le caratteristiche fondamentali per un buon allenamento e le diverse fasi di preparazione

Foto d'archivio

La preparazione atletica nel calcio è cambiata notevolmente negli ultimi anni. Ma quali sono i requisiti fondamentali che un giocatore dovrebbe possedere per diventare un professionista e fare della sua passione un vero e proprio lavoro?

La preparazione atletica di un calciatore

Giocare a calcio a livello professionistico richiede una preparazione e un impegno non trascurabili. La preparazione atletica nel calcio non è sempre uguale durante i diversi periodi dell’anno. Ad esempio, nel periodo iniziale della stagione si eseguiranno un numero maggiore di allenamenti rispetto alle altre fasi. In linea generale, le caratteristiche che dovrebbe possedere un buon giocatore sono le seguenti:

  • ottima concentrazione;
  • velocità;
  • resistenza;
  • capacità di effettuare accelerazioni e cambi di direzione rapidi;
  • forza esplosiva medio-alta.

Preparazione atletica: in cosa consiste

Lo stato fisico del calciatore da prendere in considerazione è lo sviluppo della massima intensità possibile per ripetere le varie esercitazioni, avendo a disposizione brevi recuperi e con tanto volume di lavoro. Tutto questo poi deve essere inglobato nel gioco, quindi pensando in base ai compagni, avversari e la palla.

Alle esercitazioni con la palla, va allenata di pari passo anche la capacità di forza muscolare. Questa si allena a partire da una buona base di coordinazione intra e inter-muscolare, da un livello alto di attivazione delle fibre e non per ultima dall’incremento dell’ipertrofia. 

Negli sport di squadra e nello specifico del calcio bisogna allenare ipertrofia e coordinazione nella medesima esercitazione, utili a creare un atleta dinamico. Importante è anche la sincronizzazione delle fibre muscolari per effettuare le richieste dello sport specifiche, come accelerazioni e cambi di direzione.

Come allenarsi

Come leggiamo su lascienzainpalestra.it, un giocatore dovrebbe allenarsi:

  • utilizzando al minimo le macchine isotoniche;
  • con esercizi funzionali che coinvolgono catene muscolari differenti;
  • con esercizi che si sviluppano nei piani frontale, trasversale e sagittale;
  • con esercitazioni propriocettive.

Fase “In season”

Durante la stagione, le componenti della preparazione atletica nel calcio pre-season vanno mantenute, variando però la metodica con la quale queste verranno allenate. Bisogna mantenere la forza di base effettuando 2 allenamenti a settimana con i pesi. Questi allenamenti andranno effettuati almeno 48 ore prima di una competizione sportiva. Andranno poi effettuati almeno 3 allenamenti a settimana della componente tecnico-tattica, un allenamento di rapidità, di solito almeno 48 ore dopo la competizione sportiva, e un allenamento RSA, repeated sprint ability, ovvero un allenamento di sprint.

Fase “Post season”

La Post season è la fase finale del campionato dopo la fine della fase competitiva. Di solito è una fase formata da 2/3 settimane di lavoro in cui si riduce notevolmente il volume, l’intensità e la frequenza di allenamento in tutti gli ambiti.

Fase “Off season”

La Off season è la fase di recupero, potremmo definirla la vacanza dei giocatori e dura circa 3 settimane. In questa fase si possono eseguire piccoli allenamenti individualizzati sul potenziamento muscolare, mobilità e flessibilità muscolare e tendinea.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La preparazione atletica nel calcio: le fasi fondamentali

Today è in caricamento