Lunedì, 14 Giugno 2021
Fitness

Scarpe da corsa: ecco come scegliere quelle giuste

Per quanto semplice e alla portata di tutti, correre non è uno sport da prendere alla leggera e necessita di un'attenta cura nell'indossare l'accessorio più importante per la sua esecuzione

Gli sportivi alle prime armi che decidono per la prima volta di cimentarsi con una corsetta leggera durante le serate estive più fresche forse ignorano l'importanza di indossare le scarpe giuste per muovere i primi passi.

In effetti, la scelta della calzatura ideale per un runner amatoriale è di importanza fondamentale, dato che sbagliare il modello potrebbe non solo compromettere la prestazione e il divertimento, ma avere anche effetti negativi su caviglie, legamenti, schiena, tutti elementi che richiedono un valido supporto. 

Per questo è fondamentale procedere con una certa attenzione all'acquisto e considerare il tipo di appoggio del piede interno, esterno o neutro, il peso, la postura, l'andatura e, non in secondo piano, il terreno su cui si corre.

In particolare, per ciò che riguarda la pronazione, ovvero il movimento rotatorio del piede verso l’interno dopo la fase di contatto con il terreno, bisogna sapere che il movimento aiuta ad ammortizzare l'impatto iniziale evitando di traumatizzare le gambe, così che le scarpe da corsa potranno usurarsi nella parte interna del tallone e sotto la pianta del piede (in modo particolare sotto l'alluce). Per questo motivo è consigliato l'uso di scarpe da corsa con sostegno massimo e ben strutturate in grado di aiutare il runner a dosare l'impatto della corsa in modo più efficace.

Quando, invece, il lato esterno del tallone tocca terra con un angolo maggiore, nell'atleta cosiddetto 'supinatore' il trauma da appoggio del piede al terreno non viene ammortizzato con la conseguente diretta trasmissione dello shock alle gambe. Le scarpe, dunque, saranno più usurate nella zona esterna del tacco, mentre la parte superiore della tomaia risulterà essere più arcuata verso l'esterno. Questa categoria di atleti più inclini a traumi e stress dovrebbero optare per scarpe da corsa neutre ben ammortizzate, in modo che le articolazioni possano meglio sostenere l'impatto del piede con il terreno.

Se poi la suola della scarpa si logora disegnando una S rovesciata che parte dal tallone e raggiungere l'alluce, il podista ha un appoggio neutro. In questo caso la scelta delle scarpe da corsa è ampia anche se quelle più adatte sono le cosiddette neutre che garantiscono massimo sostegno e ammortizzazione. 

Per ciò che riguarda il terreno, l'ideale sarebbe correre su un terreno morbido come su prato o su sterrato ed è bene ricordare che l'asfalto delle strade è una superficie più morbida del cemento dei marciapiedi.

Da non trascurare che la scelta della scarpa da corsa varia anche in base al peso: chi pesa più di 80 kg deve preferire calzature molto ammortizzate - soprattutto nell'avampiede e tallone - con un'intersuola in schiuma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarpe da corsa: ecco come scegliere quelle giuste

Today è in caricamento