Lunedì, 23 Novembre 2020

In equilibrio su un filo con lo slacklining: i benefici

Una fettuccia su cui si cammina in sospensione, in genere outdoor, a una certa altezza dal suolo: il trend dello slacklining è sempre più apprezzato dal grande pubblico

Foto sapere.it

Lo slacklining è il nuovo trend del momento e sembra davvero piacere: si tratta di un'attività molto simile al funambolismo, un'antica pratica circense effettuata sin dall'antichità in spettacoli di strada e itineranti. Corretto e riveduto, questo tio di sport è stato reinventato per renderlo accessibile al grande pubblico e non solo agli artisti di strada o del circo.

Cos'è lo slacklining

Nato in California negli anni '80, questa disciplina si sviluppò specialmente nell'ambiente dell'arrampicata sportiva, e prende il nome dall’unico attrezzo da usare: lo slackline, una fettuccia larga dai 2,5 ai 5 centimetri su cui si cammina in sospensione, in genere outdoor, a una certa altezza dal suolo. Insomma: un esercizio di equilibrio e di bilanciamento dinamico. Questa disciplina, che - come abbiamo detto - per certi versi assomiglia all'arte del funambolismo, ne differisce in alcuni aspetti fondamentali: si cammina su una fettuccia piatta e non su un cavo o su una corda, inoltre non prevede l'uso del bilanciere. Il tipo di fettuccia, la lunghezza e la tensione possono variare. La larghezza della fettuccia è solitamente compresa tra 2,5 cm (1 pollice) e 5 cm (2 pollici) e viene di solito legata a due alberi nei parchi e successivamente messa in tensione.

Raccogliere rifiuti durante la corsa: ecco il plogging, lo sport amico dell’ambiente

Categorie

La pratica della slackline si divide in alcune sottocategorie, le cui principali sono: trickline, longline e highline. La specialità del tricklining consiste nel creare evoluzioni (tricks) sopra la fettuccia cercando di non cadere. Le evoluzioni possono essere di qualsiasi genere, da quelle specifiche a quelle libere, difatti questa specialità viene anche chiamata freestyle. La longline è una specialità che consiste nel tentativo di camminare lungo una fettuccia il più lunga possibile. La difficoltà sta nel fatto che, con l'aumentare della lunghezza aumenta l'instabilità della fettuccia e di conseguenza la difficoltà a rimanere in equilibrio. Infine, si definisce highline una fettuccia tesa ad un'altezza considerevole, tale da obbligare il praticante ad indossare un'imbragatura legata con una corda alla stessa fettuccia.

Nordic walking: tutti i benefici della camminata con i bastoncini all'aria aperta

I benefici

Ma quali sono i benefici di questa disciplina? Camminare su un filo migliora equilibrio, postura e propriocezione. Nella camminata sono coinvolti gli arti inferiori, i muscoli del cuore, la zona centrale del corpo, le braccia, fondamentali nella camminata in sospensione per stabilizzare il movimento. Tonifica dunque braccia, gambe e schiena, e da non sottovalutare poi che praticarla è davvero molto divertente.

Altre varianti dello slacklining

Lo slacklining ha poi delle altre varianti, definite in base ad altezza, distanza, tipo di esercizi fatti sulla fettuccia. Ad esempio, c’è il waterline, versione in sospensione sopra uno specchio d'acqua dove bisogna percorre il percorso senza corda di sicurezza, in modo che se il praticante cade, cade direttamente in acqua. Un'altra variante è la rodeoline in cui si ancora la fettuccia senza metterla in tensione, il che la rende molto simile alla specialità circense chiamata slackrope; o ancora, la variante per gli amanti dello yoga, lo slackayoga: le posizioni di questa antica arte sono tenute sulla fettuccia in tensione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In equilibrio su un filo con lo slacklining: i benefici

Today è in caricamento