Lunedì, 21 Giugno 2021
Fitness

Sport e cibo: ecco cosa mangiare prima di ogni attività

Ogni attività fisica, per essere svolta adeguatamente, deve essere preceduta e seguita dai giusti componenti nutritivi che variano a seconda dello sforzo richiesto da ogni disciplina

Per mantenere un fisico asciutto e tonico non servono chissà quali sacrifici, basta una certa dose di buona volontà, movimento e la dieta giusta da variare sempre a seconda dello sport praticato. 

Ecco allora qualche abbinamento da compiere tra le discipline sportive svolte più comunemente e l'alimentazione, utile a non vanificare gli sforzi e a carburare nel modo giusto.

1- Yoga. Pur non essendo una pratica propriamente sportiva, lo yoga tramite le varie tecniche di respirazione riesce ad innalzare il metabolismo donando energia o rilassatezza a seconda delle necessità. Come alimentazione bisognerebbe preferire cibi che stimolano la concentrazione e che non appesantiscano l'organismo come pesci grassi, cereali integrali e verdure ricchi di vitamine e minerali. Dispendio calorico: circa 120 Kcal/h.

2- Pilates. È una pratica utilissima per migliorare la propria postura attivando la muscolatura interna che stabilizza e tiene ben saldi le cavità che contengono gli organi principali e tutti i muscoli della colonna vertebrale. A tale scopo è fondamentale non essere appesantiti durante l’allenamento quindi consumare un pasto leggero ricco di verdure e magri legumi o del pesce magro con una buona quantità di frutta che aiuta a mantenere idratati, fornendo minerali e vitamine, durante la sessione di allenamento. Dispendio calorico: circa 200 Kcal/h.

3- Nuoto. L’alimentazione varia in base alla serietà con la quale si pratica tale sport. Se si svolge a livello agonistico c’è bisogno di una dieta personalizzata in base alla caratteristiche dell’atleta, al contrario, per i semplici amatori che vogliono mettersi in forma bisognerebbe seguire una dieta normocalorica prediligendo carboidrati a basso indice glicemico abbinate a proteine ad alto valore biologico(latte, uova, pesce, carne). Dispendio calorico: circa 400 Kcal/h.

4- Corsa. È la disciplina migliore per attivare il metabolismo aerobico e quindi utilizzare il grasso a scopo energetico, per cui bisogna effettuare l’attività sportiva in un leggero stato di ipoglicemia e non eccedere in alte quantità di carboidrati a ridosso dell’allenamento, cercando di effettuare almeno 1h di corsa. Se invece l’obiettivo è la performance è bene consumare dei carboidrati prima e durante l’allenamento anche sotto forma di integratori. E’ importante anche mantenere idratato il corpo cercando di bere molto e di mantenere una buona quota proteica per non perdere troppa massa muscolare. va ricordato, inoltre, che più massa muscolare c’è, più il metabolismo basale e il dispendio energetico aumentano, così da permettere di mangiare di più e di non ingrassare. Dispendio energetico:  600-800kcal/h.

5- Tennis. Importante è mantenere un ottimo equilibrio idrico dato che spesso ci si allena all’aperto e sotto al sole, quindi idratarsi adeguatamente facendo uso di sali minerali o più semplicemente di spremute di frutta possono evitare spossatezza dovuta alla perdita eccessiva di elettroliti. Sì ad un pasto consistente solido almeno 3 ore prima dell'allenamento per evitare di avere sbalzi glicemici con conseguente calo di energia da abbinare a fonti proteiche ad alto valore biologico, mentre del dopo gara sarebbe meglio assumere carboidrati a più rapido assorbimento sempre accompagnata da una quota proteica adeguata. Dispendio calorico: circa 550Kcal/h. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport e cibo: ecco cosa mangiare prima di ogni attività

Today è in caricamento