Sabato, 5 Dicembre 2020

Covid-19: quali sono gli sport vietati e quelli consentiti dal nuovo Dpcm

Firmato dal premier Giuseppe Conte e il ministro della Salute Roberto Speranza il Dpcm che contiene le nuove norme anti Covid e il divieto di praticare gli “sport di contatto aventi carattere amatoriale”

Foto d'archivio

Sono ben 130 gli sport che il Dpcm di ottobre con le nuove misure di contenimento del contagio da Covid-19 ha vietato di svolgere a livello amatoriale. Nella lista non ci sono solo sport popolari come il calcetto ma anche tanti altri meno conosciuti. Firmato dal premier Giuseppe Conte e il ministro della Salute Roberto Speranza, il Dpcm contiene le nuove norme anti Covid e il divieto per gli “sport di contatto aventi carattere amatoriale”.

Il Dpcm del 13 ottobre consente gli sport professionistici e dilettantistici, dunque quelli svolti all’interno di una cornice organizzata e riconosciuta a livello di enti sportivi (Federazioni sportive nazionali, Enti di promozione sportiva e discipline sportive associate) mediante tesseramento ad una ASD/SSD. Vietata l'attività ludico-amatoriale che è invece quella svolta in forma privata.

Attività dilettantistica o amatoriale

Via libera dunque all’attività di - come si legge nel testo - “società professionistiche, associazioni e società dilettantistiche riconosciute dal Coni e dal Cip, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, Discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva idonei a ridurre o prevenire il rischio di contagio". Al contrario, vietata l’attività “privata” di gruppi di persone che affittano un campo in un centro sportivo o in un’altra struttura. Quindi, in poche parole, i campionati Uisp o Csi, ad esempio, continueranno a svolgersi regolarmente, ma se un gruppo di amici vuole prenotare per disputare una partita di calcetto non può farlo.

Covid-19: secondo uno studio il rischio di contagio in palestra è limitato

Come si legge su Sky Sport, le sessioni di allenamento di atleti professionisti sono consentite nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali. Ciò è possibile anche per le attività dilettantistiche di base, se svolte a livello individuale: non sono consentite per quest'ultime gare e competizioni. Sono sospese tutte le gare e competizioni connesse agli sport di contatto. Per gli sport non da contatto, quindi, l’attività ludico amatoriale può continuare.

Attenzione quindi: vietati gli sport di contatto ma consentita l'attività individuale con più persone all'interno di uno stesso ambiente chiuso, ovvero quel tipo di attività che non prevede contatto con altri soggetti e consente di rispettare la distanza minima riferita nell'ultimo Dpcm.

Sport di contatto

Ecco l'elenco delle discipline di contatto:

  • aikido;

  • arti marziali;

  • attività subacque;

  • automobilismo;

  • baseball;

  • softball;

  • bob (fatta eccezione per quello individuale);

  • calcio;

  • canottaggio;

  • cricket;

  • danza;

  • fistball;

  • fliying disc;

  • floorball;

  • football americano;

  • ginnastica;

  • hockey;

  • judo;

  • ju-jitsu;

  • karate;

  • kendo;

  • kickboxing;

  • korfball;

  • lacrosse;

  • lotta;

  • muay thai;

  • netball;

  • palla tamburello;

  • pallacanestro;

  • pallamano;

  • pallapugno;

  • pallavolo;

  • pugilato;

  • rafting;

  • rugby;

  • sambo;

  • savate;

  • sepaktakraw;

  • shoot boxe;

  • slittino;

  • sport a rotelle;

  • sport acquatici;

  • sport su ghiaccio;

  • squash;

  • sumo;

  • taekwondo;

  • tiro alla fune;

  • wushu kung fu tradizionale e moderno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19: quali sono gli sport vietati e quelli consentiti dal nuovo Dpcm

Today è in caricamento