Mercoledì, 16 Giugno 2021
Fitness Vicenza

Ultima tendenza estiva, vivere la malga

Zaino in spalla e spirito di avventura, si va per Malghe in quel di Asiago per seguire l’ultima tendenza di questa estate 2015

Negli ultimi anni di fatto si sono registrati un aumento di turisti, quasi del 30% che hanno optato per un turismo naturale. Buone gambe e un bagaglio leggero sono le regole se vuoi  affrontare al meglio ore di camminata tra i boschi e le alture che incontrerai. Sull’altopiano di Asiago a riscuotere il successo maggiore sono le malghe.

Passo dopo passo, ascoltando il silenzio della vallata, ci si inoltra in sentieri che portano alle malghe, tipiche strutture depositarie dell’economia agricola alpina, oggi adibite prevalentemente al ristoro estivo dei proprietari che accolgono i turisti offrendo loro un’esperienza straordinaria: poter sentire il battito del cuore di una natura incontaminata.

I mastri casari procedono con la lavorazione del formaggio seguendo antiche lavorazioni, il turista può osservare i gesti e le movenze ritmate come fossero passi di danza, non esiste la fretta quando stai preparando uno dei cibi più apprezzati nel territorio. Tra questi l’immancabile Asiago Fresco o Pressato, ma anche differenti qualità come la Dolcezza di Asiago, l’Asiago di Enego, il Pennarone, ricotte e caciotte che rendono indimenticabile ogni visita in questi luoghi.

La visita tuttavia è solo alla metà, l’appetito stimolato anche dall’aria fresca troverà risposta nella degustazione di altri prodotti locali, genuini e preparati al momento sempre nel rispetto di quella tradizione che in questi luoghi fatica ad essere abbandonata. E’ questa la forza che li sostiene e li fa superare la frenesia di essere al passo con i tempi. La lentezza dona una vita più sana e ci invita a recuperare, almeno finché siamo in questi luoghi, i ritmi naturali che sono ovviamente in contrasto con l’ossessione della velocità che ci fa stare male.

Abbracciando con lo sguardo il panorama della conca centrale dell’Altopiano l’escursionista diventa testimone di quel tempo passato marciando sui luoghi della Grande Guerra oggi luoghi di culto e mete ambite per il ricordo del centenario.
 

ATB301_1-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultima tendenza estiva, vivere la malga

Today è in caricamento