Giovedì, 26 Novembre 2020

Yoga Ormonale: come funziona e quali sono i benefici

Praticare lo Yoga Ormonale influenza gli ormoni, regolando gli squilibri e i classici disturbi che si presentano in menopausa o in andropausa: scopriamo come funziona

Foto d'archivio

Sia uomini che donne nella vita attraversano diversi "stadi" ormonali. Il tempo che passa, infatti, non si misura soltanto con i classici segni della vecchiaia come, ad esempio, le rughe, ma a questi corrispondono anche a importanti tappe dal punto di vista ormonale: la menopausa per le donne e l'andropausa (calo del testosterone) per gli uomini.

Lo Yoga Ormonale

Andare contro le funzioni naturali del nostro corpo è impossibile, ma esiste qualche trucco per regolarizzare lo squilibrio e vivere meglio: tra questi, la pratica dello Yoga Ormonale è molto consigliata ed indicata, in quanto influenza gli ormoni. Esistono, infatti, particolari asana che stimolano le principali ghiandole, spesso corrispondenti ai chakra (tiroide, ipofisi, ghiandole surrenali, ovaie). Praticare lo Yoga Ormonale regolarmente permette di mantenere la funzionalità di questi organi il più a lungo e nel modo più equilibrato possibile. Lo Yoga Ormonale è consigliato alle donne a partire dai 35 anni di età ma può essere praticato anche da donne più giovani nell’ottica preventiva o di risoluzione di particolari squilibri ormonali.

Origini e significato

Lo Yoga Ormonale è stato ideato da Dinah Rodrigues, yogi laureata in psicologia all'Università di San Paolo, che, almeno inizialmente, si è appassionata all'idea di una pratica adattabile ai problemi specifici di alcune fasi della vita della donna, nello specifico quando i valori ormonali rischiano di condizionare il benessere della persona. Attraverso lo studio e la pratica Dinah Rodrigues ha approfondito le sue conoscenze e ha ideato una specifica sequenza concepita solo per le donne in menopausa, ma applicabile poi, con numerosi benefici, alle donne di ogni età. 

L'obiettivo è quello di stimolare le ghiandole a produrre gli ormoni che, durante la menopausa, risultano carenti nel corpo femminile producendo sintomi fastidiosi quali: vampate, insonnia, sbalzi di umore, calo della libido, fragilità ossea. La tecnica si è poi rivelata utile anche per i disturbi dipendenti da una scarsa produzione di ormoni non necessariamente legata all'età e per molti disturbi della sfera riproduttiva femminile. E non è finita qui: Dinah Rodrigues ha successivamente creato una sequenza per lo stress e gli ormoni maschili, basata sulla fisiologia e adatta alle esigenze specificamente maschili.

Yoga ormonale: come funziona e benefici

Nello Yoga Ormonale gli asana vengono praticati in sequenza e in modo dinamico e fluido e sono associati ad esercizi di respirazione e di visualizzazione. La sequenza è abbastanza semplice e praticabile in mezz’ora circa, è consigliato eseguirla 3 o 4 volte alla settimana per almeno 4 mesi prima di goderne i benefici. Dopo aver imparato è possibile anche eseguire gli esercizi da soli, inoltre la costante pratica permette di raggiungere risultati ottimali e di mantenerli nel tempo, traendo molti benefici a fronte di un piccolo impegno.

I benefici sono molteplici e documentati da anni di studi, ma prima di tutto dalla praticante ideatrice in persona, che, a più di 90 anni ha ancora un'incredibile vitalità: dal ringiovanimento generale al riequilibrio ormonale passando per la regolarizzazione del ciclo sonno/veglia; ma anche armonizzazione del tono dell’umore; vitalità generale, fisica e mentale; flessibilità articolare; calo delle vampate; stabilizzazione del peso corporeo, con eliminazione del grasso viscerale; prevenzione della fragilità ossea; tonicità muscolare; riduzione di stress e ansia; risoluzione dell’incontinenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Yoga Ormonale: come funziona e quali sono i benefici

Today è in caricamento