Domenica, 17 Ottobre 2021
Benessere

Mal di testa in vacanza: 10 rimedi per non rovinarsi le ferie

Stress, cambiamento repentino dello stile di vita e alimentazione sbagliata sono alcune delle cause di fastidiose cefalee che, durante le ferie, possono essere arginate con qualche piccolo accorgimento

Gennaro Bussone, primario all’Istituto Neurologico Besta di Milano e presidente onorario Anircef (Associazione neurologica italiana per la ricerca sulle cefalee) ha stilato un decalogo utile ai vacanzieri in procinto di partire che spesso si trovano fiaccati da improvvisi mal di testa che minacciano la tranquillità delle meritate ferie.

I preparativi stressanti dovuti a prenotazioni e valigie da fare, code in auto, lunghe ore di volo e pasti irregolari possono essere alcune tra le cause delle forti cefalee dovute, come spiega l’esperto, “soprattutto allo stress a cui il nostro organismo va incontro a causa del cambiamento di stile di vita che segna l’inizio delle vacanze”.

Ebbene, evitare questa spiacevole sorpresa è possibile con questi piccoli accorgimenti:

1. I preparativi. Nei giorni che precedono della partenza, prepararsi al cambiamento di ritmo cercando di riposare e fare qualche piccola pausa in più.

2. La valigia. Mettere in valigia rimedi antinfiammatori e analgesici, come l’ibuprofene, utili a intervenire per bloccare il dolore in caso di necessità. 

3. Il viaggio. Durante il viaggio non trascurare un'alimentazione sana e nutriente, a partire da una buona prima colazione a base di zuccheri a pronta disponibilità (ad es. miele, marmellata e frutta). 

4. Il sonno. Nei primi giorni di vacanza cercare di evitare cambiamenti bruschi del proprio stile di vita, ad esempio del ritmo sonno-veglia. Anche dormire troppo per l’organismo è una causa di mal di testa, in particolare in chi è predisposto, e bisogna sempre tenere presente che l’emicrania è una patologia dei nostri orologi biologici. 

5. Attività fisica. Fare attività fisica per aiutare l’organismo ad adattarsi al nuovo ritmo. È sufficiente fare lunghe passeggiate all’aria aperta. 

6. L’ambiente e il clima. Evitare i marcati cambiamenti di fuso orario o di altitudine, soprattutto nei primi giorni di vacanza, quando l’organismo non è ancora abituato al nuovo ambiente. 

7. L’alimentazione. Fare attenzione a quel che si mangia cercando di non stravolgere le proprie abitudini alimentari: qualche strappo alla regola è concesso, ma senza esagerare. 

8. Relax. Anche il relax deve essere graduale: impegnarsi in attività ricreative è utile per passare gradualmente dal ritmo lavorativo della città a quello vacanziero. 

9. Non aspettare. Nel caso in cui i sintomi del mal di testa comincino a manifestarsi, non aspettare che il dolore si intensifichi, ma intervenire subito con un farmaco antinfiammatorio per evitare che l’episodio di cefalea raggiunga il suo apice (se gli episodi si intensificano e si ripresentano frequentemente è però necessario procedere ad approfondimenti con l’aiuto di esperti). 

10. Vivere la vacanza con serenità. Evitare di trasformare la vacanza stessa in una fonte di stress con programmi concitati e impegni eccessivi: un approccio sereno è un buon antidoto contro il mal di testa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mal di testa in vacanza: 10 rimedi per non rovinarsi le ferie

Today è in caricamento