Tutto quello che c'è da sapere sulla cistite: sintomi, cause e prevenzione

La cistite è una patologia del tratto urinario molto frequente che colpisce soprattutto le donne in età fertile

La cistite è una patologia che fa parte delle Infezioni del Tratto Urinario (UTI) e che, nello specifico, consiste nell'infiammazione della vescica urinaria; estremamente diffusa e seconda solo alle infezioni respiratorie, come il classico raffreddore, la cistite colpisce adulti, bambini e anziani, ma in età fertile i soggetti maggiormente colpiti sono le donne. 
Vediamo quindi come riconoscere la cistite, quali sono i sintomi e le possibili cause e come prevenire questa patologia.

I sintomi della cistite

La cistite viene solitamente catalogata a seconda dei sintomi, delle cause e della periodicità con cui si presenta (cistite acuta, cronica o ricorrente).
Per quanto riguarda la sintomatologia, le cistiti si dividono in semplici o complesse, a seconda della presenza o meno di determinati sintomi: le cistiti complesse, infatti, sono quelle in cui ai sintomi classici si accompagnano sintomi meno frequenti, come febbre, nausea, ecc.. In base al tipo di cistite, i sintomi possono presentarsi singolarmente o tutti insieme, ma possono anche variare da individuo a individuo. I sintomi più frequenti sono:

  • difficoltà ad urinare;
  • dolore e/o bruciore quando si urina; 
  • bisogno costante di urinare, anche dopo la minzione;
  • sensazione di vescica pesante;
  • bruciore nella zona genitale;
  • dolore nella zona pelvica;
  • presenza di sangue nelle urine.

Tra i sintomi meno comuni, invece, rientrano nausea, diarrea, febbre, dolori alle gambe e spossatezza.

Le cause della cistite

Per quanto riguarda le cause, le cistiti si suddividono in infettive e infiammatorie. 
Le cistiti infettive o batteriche sono provocate da batteri che popolano l’ultimo tratto dell'intestino, come colibacilli ed enterococchi, e che raggiungono la vescica per via ematica o esterna. Tra le cause principali della cistite infettiva nelle donne troviamo:

  • rapporti sessuali - che favoriscono il passaggio di batteri patogeni nella vagina, poi nell'uretra ed infine nella vescica (cistite post coitale o da luna di miele);
  • svuotamento incompleto della vescica quando si urina;
  • utilizzo di assorbenti interni, del diaframma e/o delle creme spermicide;
  • stitichezza; 
  • igiene intima scorretta;
  • pressione sulla vescica dovuta alla gravidanza.

I fattori di rischio per l'uomo, invece, sono spesso riconducibili a ipertrofia o a stati infiammatori della prostata.

Le cistiti infiammatorie, invece, non sono causate da microrganismi patogeni ma da fattori irritanti, come:

  • eccessiva acidità delle urine;
  • assunzione di cibi o bevande irritanti;
  • presenza di cristalli nelle urine (calcoli);
  • alterazioni ormonali;
  • nicotina;
  • disidratazione;
  • sostanze chimiche e/o profumi irritanti presenti nei saponi;
  • diabete;
  • utilizzo del catetere;
  • indossare vestiti troppo attillati e/o slip in materiale sintetico.

Come prevenire la cistite

Per prevenire la cistite è importante seguire alcune regole di base, come un'attenta igiene intima, non utilizzare detergenti intimi aggressivi, idratarsi in maniera corretta, seguire una dieta sana e variegata ed evitare di indossare indumenti intimi stretti e di materiale sintetico, preferendo quelli di cotone o lino. Infine, è bene evitare alimenti come i cibi piccanti e gli zuccheri raffinati, che favoriscono la proliferazione dei microrganismi patogeni, optando per alimenti ricchi di fibre (come i cereali integrali) e frutta e verdura fresca di stagione, preferibilmente diuretica (come finocchi, asparagi, cetrioli, mirtilli, anguria..).

Come si cura la cistite 

Il trattamento per la cistite di origine batterica, solitamente, consiste nell'assunzione di antibiotici. È bene comunque rivolgersi sempre al proprio medico curante, che dopo gli esami necessari potrà consigliare la terapia più indicata. Solitamente la diagnosi si basa sulla presenza dei sintomi caratteristici e su altre indagini specifiche, come:

  • l'esame delle urine con studio del sedimento;
  • l'urinocoltura con conta delle colonie batteriche sviluppate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, vinti 59 milioni di euro nell'estrazione di oggi martedì 7 luglio 2020

  • Coronavirus, in arrivo un altro Dpcm di Conte: ecco le nuove misure dal 14 luglio

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 9 luglio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 11 luglio 2020

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Mamma controlla il cellulare del figlio e scopre l'orrore: denunciati 20 minorenni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento