rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Primo appuntamento

Cosa fa scattare "la scintilla" al primo appuntamento

Secondo la ricerca, alla base dell'attrazione vi è un "sincronia fisiologica" che porta i due cuori a battere in sintonia

Gli esseri umani sono esseri sociali le cui relazioni si basano sulla capacità di attrarsi e connettersi tra loro. Oltre all’aspetto estetico, a promuovere l’attrazione tra due persone è anche la comunicazione del corpo, quindi i movimenti, i gesti e le espressioni. Partendo da queste evidenze, i ricercatori dell’Università di Leiden (in Olanda) hanno indagato le dinamiche fisiologiche che si instaurano all’interno di una coppia al primo appuntamento, e scoperto che l’attrazione, in realtà, si baserebbe più sulla "sincronia fisiologica" che sulla comunicazione del corpo. Per “sincronia fisiologica” i ricercatori intendono la chimica istantanea che si verifica tra due persone al primo incontro e che porta i loro cuori a battere in sintonia e a sudare le mani in maniera sincronizzata. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Nature Human Behaviour .

“Abbiamo scoperto - hanno detto i ricercatori - che i sorrisi, le risate, l'incrocio di sguardi o segnali simili, in realtà, non sono collegati significativamente all'attrazione. Associata ad essa è, invece, la sincronia della frequenza cardiaca e della sudorazione delle mani tra i partner, segnali che non si possono notare a occhio nudo perché appartenenti a un piano inconscio e difficile da controllare. I nostri risultati suggeriscono che l'attrazione dei partner interagenti aumenta e diminuisce man mano che i loro livelli di eccitazione sub-conscia aumentano e diminuiscono in sincronia”.

Lo studio

I ricercatori dello studio hanno allestito cabine per appuntamenti in tre festival - uno di musica, uno di arti e uno di scienza - in Olanda, e chiesto a 142 uomini e donne single eterosessuali, tra i 18 e i 38 anni, di andare ad appuntamenti al buio di 4 minuti, che si tenevano in queste cabine. Per monitorare le dinamiche fisiologiche scaturite dall’incontro, i ricercatori hanno fatto indossare a ogni partecipante occhiali per il monitoraggio degli occhi, cardiofrequenzimetri per misurare la frequenza cardiaca, e dispositivi incorporati per monitorare la sudorazione dei palmi delle mani. Di tutte le coppie che sono state abbinate, il 17% ha espresso il desiderio reciproco di avere l'opportunità di un secondo appuntamento.

Cosa è emerso dall'indagine

Dall'indagine è emerso che le coppie che volevano rivedersi, e in cui i due partner si ritenevano a vicenda come attraenti, erano quelle che sviluppavano una “sincronia fisiologica”. La loro frequenza cardiaca iniziava ad accelerare e rallentare in sincronia, e la sudorazione del palmo della mano aumentava e diminuiva di pari passo. In molti casi tra i partner erano comun anche i sorrisi, le risate, cenni con la testa e gesti con le mani, ma questo tipo di sincronia non era necessariamente associata all’attrazione reciproca.

Quando una relazione finisce è l’uomo a soffrire di più: lo dice uno studio

Su quale meccanismo si basa la "sincronia fisiologica"

Il meccanismo alla base della "sincronia fisiologica" (o chimica istantanea) tra due persone non è ancora chiaro, "ma è possibile che quando si incontra qualcuno per il quale si prova attrazione, si presti inconsciamente attenzione alle micro-espressioni, come la dilatazione della pupilla, il battito delle palpebre o il rossore"- ha affermato Eliska Prochazkova dell'Università di Leiden -. Anche se non registri consapevolmente questi piccolissimi cambiamenti, il tuo cervello e il tuo corpo li elaborano inconsciamente, e questo fa sì che la frequenza cardiaca e la sudorazione delle mani si sincronizzino con quelle del partner”.

"Anche se qualcuno può sembrare perfetto con noi, su Tinder ad esempio - ha osservato Eliska Prochazkova -, potremmo non provare nulla quando incontriamo la persona nella vita reale. Questo potrebbe essere dovuto al fatto che l'attrazione non si basa semplicemente su un modello ideale che il nostro cervello si è creato, ma anche e soprattutto su una sensazione istintiva che proviamo quando siamo con lui”.

Sincronia fisiologica tra le madri e i loro bambini

Aluni studiosi, in ricerche precedenti, hanno osservato anche una “sincronia fisiologica” tra le madri e i loro bambini mentre giocano insieme, e suggerito che questa sincronica potrebbe aiutare a rafforzare i legami social in generale. Il nuovo studio mostra, invece, cosa succede, a un livello biologico più profondo, quando due persone provano un’attrazione reciproca, “ma - ha detto la ricercatrice - abbiamo bisogno di ulteriori ricerche per spiegare qual è il meccanismo alla base dell'innamoramento. Ciò che accende questo sentimento tra due persone rimane ancora uno dei misteri irrisolti della Scienza".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa fa scattare "la scintilla" al primo appuntamento

Today è in caricamento