rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Salute

Viaggiare senza pensieri - integratori, fermenti lattici e tutto ciò che non deve mancare in valigia

Per evitare fastidi e problemi ecco la lista di integratori, fermenti lattici, collirio e tutto ciò che non può mancare quando partiamo per un viaggio

Viaggiare è per molti una passione, per molti una necessità, ognuno attribuisce al viaggio e alle vacanze un significato speciale. Certo è che per tutti si tratta di un momento speciale e irrinunciabile per staccare dalla routine e riprendere il contatto con sé stessi, con ciò che si ama, e dimenticarsi almeno per un po’ di obblighi e preoccupazioni.

Gli esperti di IMO Spa, proprio per evitare che piccoli fastidi non si trasformino in ostacoli per una vacanza tranquilla e piacevole, hanno preparato una lista di integratori, fermenti lattici, collirio e tutto ciò che non può mancare quando partiamo per un viaggio. 

I probiotici per proteggere l’intestino 

L’alimentazione in vacanza cambia, magari perché si mangia fuori, magari perché si è in un paese straniero, con una cucina dalle caratteristiche differenti rispetto a quelle a cui siamo abituati. Il fatto è che spesso è il nostro intestino a risentirne. 

Non a caso esiste la cosiddetta “diarrea del viaggiatore”, che colpisce proprio durante i viaggi, e spesso è causata da batteri, virus o parassiti. In questi casi, è bene apportare i giusti rinforzi all’intestino. Per cui è bene assicurarsi di provvedere a una corretta idratazione e integrazione. 

Specialmente efficaci sono il Lactobacillus rhamnosus, un probiotico, ovvero un microrganismo capace di riequilibrare la flora batterica intestinale e contrastare la crescita di batteri patogeni, il Lactobacillus plantarum anch’esso è un probiotico, capace di superare con facilità la barriera gastrica, resiste ai liquidi intestinali e inibisce la crescita di microrganismi patogeni. 

Inoltre il Bifidobacterium lactis, un probiotico particolarmente resistente all’azione della bile. Grazie a questa caratteristica, è in grado di colonizzare la parte superiore dell’intestino tenue e del colon, ostacolando la crescita degli agenti patogeni. 

Un ruolo importante lo gioca infine l’Inulina, una fibra poco solubile che si trova, ad esempio, nella cicoria e nutre e favorisce la crescita di batteri buoni per il sistema digerente.

Prendersi cura del tratto urogenitale femminile

Anche il tratto urogenitale femmile è spesso vittima di infezioni, e in vacanza, tra piscina, mare, caldo, condizioni igieniche non sempre ottimali, è più facile che si manifestino spiacevoli disturbi. 

Per trattare questo tipo di situazioni, si raccomandano il Lactobacillus acidophilus, un probiotico, cioè un microrganismo amico dell’intestino che inibisce la produzione di altri microrganismi e favorisce l’eliminazione delle tossine. Ha la capacità di trasformare gli zuccheri in acido lattico e perossido di idrogeno, sostanze capaci di inibire la crescita dei microbi indesiderati. 

Poi il Lactobacillus reuteri, che è un probiotico capace di attraversare indenne l’ambiente gastrico e arrivare all’intestino tenue, dove svolge la sua azione benefica. È in grado di produrre una sostanza antibiotica ad ampio spettro denominata “reuterina”, in grado di inibire la crescita nel tratto gastrointestinale dei batteri patogeni con effetti protettivi sull'organismo. 

Inoltre il Mirtillo Nero, che grazie alle sue proprietà antiossidanti e antibatteriche contribuisce alla normale funzionalità delle vie urinarie. È ricco di vitamina C, vitamina E e minerali. Infine, proprio come nel caso dell’intestino, l’Inulina, per supportare l’apparato digerente.

Salute della donna: dal magnesio ai probiotici, i rimedi naturali per prendersi cura di sé

Detossificare. L’importanza di un fegato in forma quando viaggiamo

Sempre a proposito di abitudini alimentari che cambiano e accumulo di situazioni che possono portare a disturbi gastrici e a tutto ciò che ne consegue a livello psicofisico, è bene procedere con una corretta detossificazione. 

Per farlo, le piante più adatte sono il Tarassaco, pianta nota per favorire la digestione, regolare il flusso biliare e per stimolare la diuresi. Aiuta a disintossicare e purificare gli organi del corpo. 

Il Cardo Mariano, grazie alle sue proprietà anti epatotossiche e antinfiammatorie note sin dall'antichità è usato in caso di sofferenza organica e funzionale del fegato, anche come antidoto in seguito ad avvelenamento da funghi. 

Vi è poi il Carciofo, una pianta dotata di numerose proprietà: è antiossidante, epatoprotettivo, coleretico e colagogo. È usato in particolare per trattare i disturbi digestivi e per favorire la funzionalità epatobiliare. L'Ananas favorisce la diuresi contrastando la ritenzione idrica, aiuta ad assimilare le proteine e possiede proprietà antiossidanti. 

La Cicoria svolge una funziona digestiva e rinfrescante, mentre lo Zenzero aiuta ad eliminare le impurità e lenisce i disturbi gastrici.

Magnesio. Imprescindibile per corpo e mente, anche in vacanza

Durante le vacanze, presi dall’entusiasmo e dalla voglia di approfittare ogni momento e di non perdersi nulla, si pretende dal nostro corpo uno sforzo eccessivo. Proprio per questo una corretta integrazione a livello di minerali, e in particolare di magnesio, è fondamentale. 

Il Magnesio infatti è un minerale funzionale ed essenziale per la fisiologia umana. Previene crampi muscolari, migliora i processi di recupero muscolare, aiuta nella conduzione neuromuscolare, ha effetto miorilassante e di rilassamento della muscolatura - per questo è un supporto importante per i crampi muscolari e per i crampi mestruali -, aiuta a ridurre la stanchezza e il senso di affaticamento (è un valido alleato per i periodi di stress e di mancanza di sonno di qualità), è il migliore alleato delle ossa, perché la sua presenza permette all’organismo di non dover intaccare le riserve di calcio, fondamentale per il benessere e la funzionalità delle ossa e delle articolazioni. 

Il magnesio è raccomandato per garantire un buon funzionamento del sistema nervoso e muscolare e del metabolismo energetico, e per affrontare i cambi di stagione, situazioni di stress, sforzi fisici e mentali, stanchezza e affaticamento, indebolimento del sistema immunitario e spossatezza mentale.

Come contrastare gli effetti del gran caldo: i benefici del magnesio

Proteggere gli occhi dal sole, irritazioni, bruciori e infiammazioni in modo naturale

Per lenire e/o preservare la funzione visiva dopo esposizione solare è raccomandabile l’utilizzo di colliri monodose. 

L’Hamamelis virginiana è dotata di azione antinfiammatoria e decongestionante promuovendo il tropismo delle membrane dei piccoli vasi grazie alla presenza dei tannini e dei flavonoidi. 

Un’altra pianta molto riconosciuta è la Camomilla, cosi come l’Eufrasia che, grazie alla presenza di apigenina, quercetina, rutina e luteolina e del camazulene sono in grado di lenire l’infiammazione modulando i sintomi della congiuntivite, del bruciore e del rossore grazie anche alle proprietà intrinseche umettanti a livello delle mucose. 

Infine, e non da ultimo l’integrazione del Mirtillo nero ricco di sali minerali, vitamine A, B e C. La presenza della mirtillina, importante alleata del sistema circolatorio è in grado di ridurre la permeabilità dei capillari e rinforzare i vasi sanguigni della superficie oculare rendendoli più elastici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggiare senza pensieri - integratori, fermenti lattici e tutto ciò che non deve mancare in valigia

Today è in caricamento