rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Salute

Il nuovo rischio delle “challenge” su TikTok

Gli esperti ottici e optometristi di Lentiamo lanciano un allarme riguardo all'uso incontrollato dei dispositivi digitali da parte dei giovani: i rischi per la vista derivanti dall'ossessione nel seguire i trend e le famose "challenge" su TikTok

Oggi, i bambini e gli adolescenti sono fortemente dipendenti dai dispositivi elettronici: computer portatili, tablet e smartphone sono utilizzati dai giovani per accedere a una vasta gamma di piattaforme che offrono contenuti accattivanti. 

Questi dispositivi sono diventati una parte essenziale della loro vita quotidiana, non solo a casa ma anche negli ambienti educativi. Molti bambini infatti hanno accesso a dispositivi mobili già all'età di 4 anni e il tempo trascorso davanti allo schermo da parte dei bambini sta aumentando ogni anno. 

I rischi per la vista dei bambini

Uno studio globale del 2018 ha rivelato che il 5% dei bambini di età compresa tra 5 e 7 anni possiede già un telefono cellulare e il 42% ha un tablet. Inoltre, i bambini di età compresa tra 8 e 12 anni hanno aumentato il tempo medio giornaliero trascorso davanti allo schermo di 49 minuti negli ultimi 3 anni. Questo aumento solleva preoccupazioni per le implicazioni visive e i potenziali rischi associati alla diminuzione delle attività all'aperto, con particolare attenzione allo sviluppo della miopia.

Sebbene il meccanismo completo rimanga poco chiaro, diverse teorie suggeriscono che l'esposizione alla luce UV possa influenzare lo sviluppo della miopia attraverso la liberazione di dopamina, che a sua volta potrebbe ridurre la crescita dell'occhio.

Di conseguenza gli ottici e optometristi di Lentiamo - come da indicazioni dell’OMS - raccomandano che ai bambini dai 2 anni in su venga concesso di trascorrere in compagnia dei dispositivi elettronici un massimo di 1 ora al giorno, privilegiando contenuti di alta qualità mentre sconsigliano fortemente alcun tipo di esposizione a bambini ancora più piccoli.

Challenge su TikTok e comportamenti pericolosi

In riferimento a bambini più grandi e adolescenti, un recente articolo pubblicato sulla rivista internazionale "Ophthalmology and Therapy" ha acceso i riflettori su un altro rischio associato alla presenza incontrollata degli adolescenti in rete. In particolare sono stati analizzati i trend - le challenge - lanciati su TikTok evidenziando una serie di comportamenti pericolosi che possono compromettere seriamente la salute visiva dei giovani. 

TikTok è un social attivo dal 2016, diventando una delle più scaricate a livello globale sia su Apple che su Android. Con 1,7 miliardi di utenti attivi mensili nel 2023, ci si aspetta che tale numero raggiunga i 2 miliardi nel 2024. Tra gli utenti, il 41% ha tra i 16 e i 24 anni e un terzo ha 14 anni o meno.

Le challenge pericolose per la salute degli occhi

Le “challenge” consistono in compiti da completare e condividere online sotto forma di video, incoraggiando altri a fare lo stesso. Sebbene molte di queste sfide siano innocue, alcune possono comportare rischi. Gli adolescenti sono particolarmente vulnerabili poiché cercano convalida e attenzione dai loro coetanei.

Alcune di queste sfide, come l'uso dell'olio di ricino sugli occhi per scopi estetici o l'impiego di sostanze chimiche dannose per gli occhi nella "sfida agli occhi luminosi", possono causare danni gravi. Anche pratiche come fissare direttamente il sole, promosse nella sfida "Sun Gazing", possono danneggiare seriamente i tessuti oculari.

La pratica di applicare l'olio di ricino (che ha avuto 4,1 milioni di visualizzazioni, 57,3 mila Mi Piace e 18,4 mila condivisioni) è diventata virale su TikTok dove molti utenti ne hanno promosso i presunti benefici estetici e visivi. Invece, sebbene alcuni studi indichino un miglioramento del film lacrimale e del componente lipidico, l'uso non supervisionato di questo olio può comportare rischi. Gli oli di ricino venduti al banco potrebbero contenere sostanze dannose come conservanti, con potenziali effetti irritanti o dannosi per gli occhi. Inoltre, lo sfregamento eccessivo degli occhi associato a questa pratica potrebbe contribuire allo sviluppo del cheratocono.

La tendenza del "Sun Gazing" (con 76,9 milioni di visualizzazioni, 445,4 mila Mi Piace, 12,7 mila Condivisioni) invece invita gli utenti a fissare direttamente il sole per migliorare la vista. I video incoraggiano a guardare il sole per 5-10 secondi durante i primi e gli ultimi 15 minuti di luce solare, anche rimuovendo le lenti a contatto. Naturalmente questa pratica è tutt’altro che benefica e presenta un rischio significativo: un’esposizione diretta alla luce del sole danneggia i tessuti oculari, causando condizioni come la retinopatia solare, che può compromettere la vista e provocare la formazione di scotomi centrali o paracentrali. Sebbene il recupero sia possibile nel corso di diversi mesi, alcune persone potrebbero subire danni oculari permanenti.

Lentiamo invita pertanto i genitori e gli educatori a prestare maggiore attenzione all'uso dei dispositivi digitali da parte dei giovani e a sensibilizzarli sui pericoli associati al seguire ciecamente le tendenze sui social media. La prevenzione e l'educazione sono fondamentali per proteggere la salute visiva delle nuove generazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo rischio delle “challenge” su TikTok

Today è in caricamento