Sabato, 20 Luglio 2024
Salute

Soffri di mal di testa, occhi secchi e calo della vista? Attenzione alla Sindrome da visione al computer

Che cos'è la Sindrome da visione al computer e 5 suggerimenti per combatterla

Se dovessimo scegliere un’immagine per descrivere lo stile di vita che caratterizza il millennio in cui viviamo, sicuramente non potremmo che selezionarne una in cui telefono o computer sono i protagonisti.

“In media” commenta Jakub Odcházel, responsabile del team di ottici dell’e-commerce lentiamo.it, “trascorriamo ogni giorno circa 7 ore di fronte ad uno schermo: una quantità di tempo importante, che mette a dura prova i nostri occhi e che purtroppo spesso non ci è possibile ridurre, se non in minima parte”.

A causa della lunga permanenza al computer, oggi sono sempre più comuni patologie che - insieme - vengono definite CVS ovvero Computer Vision Syndrome o, in italiano, Sindrome da visione al computer.

I sintomi della Sindrome da visione al computer

Tra i sintomi più comuni della Sindrome da visione al computer troviamo:

  • Un abbassamento della vista, o una visione meno nitida.
  • Bruciore o lacrimazione eccessiva.
  • Maggiore sensibilità alla luce.
  • Mal di testa.
  • Mal di schiena e rigidità del collo.

Ma cosa si può fare per prevenire questi fastidi?

Gli ottici e gli optometristi di Lentiamo indicano cinque comportamenti da attuare per ridurre le possibilità di soffrire la lunga permanenza di fronte ad un monitor e per prevenire i sintomi della Sindrome da visione al computer: ecco quali sono.

Come prevenire la Sindrome da visione al computer

1) Scegliere monitor performanti e posizionarli correttamente.

Non solo di dimensioni adeguate e con una buona risoluzione ( 24" con risoluzione di 1920x1200), gli schermi devono anche essere collocati in modo da non nuocere a collo, schiena e occhi. La distanza ideale tra utilizzatore e monitor dovrebbe essere compresa tra 50 e 80 centimetri mentre per quanto riguarda l’altezza è consigliabile impostare lo schermo in modo che la linea superiore dello stesso sia alla stessa altezza degli occhi.

2) Ridurre il riflesso

Il riflesso della luce (naturale e non) sullo schermo e un contrasto insufficiente tra lettere e sfondo possono far lavorare di più gli occhi e provocare una maggiore sensibilità.

La soluzione? Posizionare lo schermo in modo da evitare il riflesso della luce, creare un’ambiente soffuso, scegliere lampadine a basso watt per la lampada da scrivania o ancora acquistare un filtro antiriflesso per lo schermo.

3) Prendere piccole pause

Per limitare l’affaticamento è consigliabile prendere una pausa ogni 20 minuti, distogliere lo sguardo dal monitor e guardare qualcosa che sia almeno a sei metri di distanza da noi per venti secondi.

Un piccolo esercizio che non intaccherà il workflow ma darà agli occhi la possibilità di focalizzare altro e, di fatto, riposare.

4) Idratare gli occhi

Davanti allo schermo si tende a sbattere gli occhi meno frequentemente e, quindi, ci sono più possibilità di sviluppare la sindrome dell’occhio secco.

Per ovviare, oltre all’uso delle gocce oculari, è consigliabile assicurarsi ci sia abbastanza umidità nell’aria, soprattutto quando si dorme.

5) Usare occhiali o lenti a contatto con filtro per la luce blu

Gli occhiali da computer sono provvisti di uno speciale filtro che diminuisce l'impatto della luce blu – quella emanata dagli schermi dei nostri dispositivi digitali – sugli occhi. Questi occhiali si sono rivelati efficaci nel ridurre l'affaticamento oculare e la difficoltà a mettere a fuoco, migliorano il comfort e il contrasto delle immagini, e contribuendo così anche a mantenere più alta la concentrazione durante la giornata. Conseguentemente, hanno anche un effetto positivo sulla qualità del sonno. 

Inoltre esistono lenti a contatto dotate di tecnologia Transitions Light Intelligent, che riduce velocemente i livelli di stress subiti dall'occhio nel passaggio fra la luce naturale e quella artificiale. Questi modelli includono la protezione contro la luce blu emessa da PC e smartphone e la protezione contro i raggi UV.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soffri di mal di testa, occhi secchi e calo della vista? Attenzione alla Sindrome da visione al computer
Today è in caricamento