rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Libri
MENU
Libri

Le parole per dirlo, l’ultima testimonianza di Franco Di Mare

L’ultima fatica letteraria del celebre giornalista è anche un modo per ricordarlo a pochi giorni dalla sua improvvisa scomparsa

Uno dei giornalisti più apprezzati del nostro paese è scomparso il 17 maggio 2024, a soli 68 anni, a causa di un mesotelioma. Franco di Mare con coraggio ha raccontato la guerra e la devastazione che porta con sé non solo nell’immediato, ma anche a distanza di anni. La malattia che lo ha portato via è legata all’esposizione all’amianto durante la guerra nell’ex Jugoslavia di cui era reporter. Nel suo ultimo libro “Le parole per dirlo. La guerra fuori e dentro di noi” ha voluto raccontare la sua esperienza ventennale  sul fronte faccia a faccia con la guerra e il dolore che porta con sé.

libro franco di mare-3

L’esperienza in prima persona della guerra

Franco Di Mare dopo essere stato redattore e inviato de L’Unità, nel 1991 è entrato in Rai all’interno della redazione esteri del Tg2, dove nel 1995 è diventato inviato speciale.

Nel 2002 è passato al Tg1, telegiornale per cui ha seguito molti dei conflitti che hanno colpito il mondo negli ultimi venti anni come quelli in Bosnia, Kosovo, Somalia, Mozambico, Algeria, Albania, Etiopia, Eritrea, Ruanda, prima e seconda guerra del Golfo, Afghanistan, Timor Est, Medio Oriente e America Latina.

All’interno del libro “Le parole per dirlo” ha deciso di approfondire tutte le guerre a cui ha assistito sia fuori che dentro di lui. Un racconto in cui c’è la cronaca di ogni evento di cui è stato testimone, realizzando allo stesso tempo una riflessione sul significato della guerra e di tutte le cicatrici che porta con sé. Nel volume, parla di come i conflitti siano in grado di fare vittime anche a distanza di anni dalla loro conclusione.

Un esempio è la “Sindrome dei Balcani” legata al conflitto nell’ex Jugoslavia e nel Kosovo che ha portato le persone coinvolte come soldati, civili e gli stessi reporter ad ammalarsi. La causa è stata l’esposizione all’uranio impoverito rilasciato dai proiettili o l’inalazione di particelle di amianto sparse nell’aria dopo la distruzione degli edifici. Della “Sindrome dei Balcani” è stato vittima lo stesso Franco Di Mare come si è appreso purtroppo in questi giorni. Il suo ultimo libro è una riflessione profonda sul vissuto dell’autore che si è trovato a combattere una guerra dentro di sé, ma anche di una persona che ha affrontato una vita caratterizzata da incontri importanti, capaci di restituirgli il senso dell’amicizia e della solidarietà tra gli esseri umani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le parole per dirlo, l’ultima testimonianza di Franco Di Mare

Today è in caricamento