Lunedì, 2 Agosto 2021

Pillole Cinofile. Quando un cane si definisce anziano

Lo sapevi che...?

Il mio cane non è più come un tempo; il mio cane ha gli occhi velati; il mio cane ha il muso imbiancato; il mio cane non gioca più come un a volta.

...il mio cane è anziano!

Tante le supposizioni che si fanno sull'anzianità dei cani e tante e troppe sono spesso idee sbagliate. Innanzitutto, sfatiamo la storia dei 7 anni in rapporto a uno dei nostri anni umani. Ovvero, quel rapporto non è sempre valido al passare del tempo, altrimenti avremmo cani ultracentenari. Immaginate quei cani che addirittura arrivano a 20 anni...in quel caso, moltiplicando per 7, la loro età dovrebbe essere 140 anni umani. Inverosimile!

Inoltre, per definire un cane anziano, va valutata la sua taglia, ma anche ovviamente, la sua genetica e la sua storia e vita.

I cani di taglia piccola vengono considerati anziani dopo i 9–10 anni, mentre quelli di taglia più grossa dopo i 7-8.

Come ricordo sempre, ogni cane è un individuo a sé, la vita che fa, le esperienze, sia fisiche che psicologiche influiscono tantissimo sia sul corpo che sull'anima, quindi, definire un cane più o meno anziano, significa valutare tante e più cose oltre il passare degli anni.

C'è una cosa, molto bella e direi romantica, che i volontari nei canili ben sanno. Un cane adottato da adulto, spesso recupera un paio di anni. La nuova vita lo fa rifiorire e non solo si nota fisicamente il cambiamento, ma anche il nuovo vigore mentale lo porta a vivere qualche anno in più rispetto alle aspettative immaginate.

Si parla di

Pillole Cinofile. Quando un cane si definisce anziano

Today è in caricamento