Lunedì, 20 Settembre 2021

Acquisti di frutta e verdura a km zero cresciuti del 55% in cinque anni

Dati di Coldiretti attestano che a fronte della crisi e della conseguente riduzione dei consumi alimentari, gli italiani riscoprono uno stile di vita rurale in fatto di approvvigionamento per la tavola.

Il 43% degli italiani nel 2016 ha fatto la spesa dal contadino nei cosiddetti mercati degli agricoltori a chilometro zero (o quasi) e ha fatto cosi registrare un aumento record del 55% negli ultimi 5 anni, in netta controtendenza rispetto al calo dei consumi anche alimentari dovuto alla crisi. 

L’acquisto diretto dal contadino appare sicuro all’83% degli italiani, mentre quello nei negozi al dettaglio e nei supermercati e appare sicuro rispettivamente al 68% e al 60% degli acquirenti. Se potesse, prosegue Coldiretti, l’81% degli italiani preferirebbe comperare la frutta direttamente dagli agricoltori e l'88% vorrebbe avere un mercato vicino a casa per avere più possibilità di scelta.

L’Italia ha la più vasta rete di vendita diretta degli agricoltori organizzata con proprio marchio del mondo, davanti a Usa e Francia. Il network Campagna Amica organizzato alla Coldiretti è composto da 9030 fattorie, 1135 mercati, e 171 botteghe, cui si aggiungono 485 ristoranti, 211 orti urbani e 34 punti di street food, dove arrivano prodotti coltivati su circa 200mila ettari di terreno.

Il 70% degli italiani durante le ferie 2016 ha cercato prodotti a km0 e ha visitato frantoi, malghe, cantine, aziende, sagre, agriturismi o mercati degli agricoltori per acquistare direttamente dai produttori e ottimizzare il rapporto prezzo/qualità.

Si parla di

Acquisti di frutta e verdura a km zero cresciuti del 55% in cinque anni

Today è in caricamento