Sabato, 27 Febbraio 2021
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Continua anche nel 2018 la crescita degli acquisti di alimentari bio

ANSA/ALEX HOFFORD

L’alimentazione bio prende sempre più piede e dopo la crescita record del 2017, anche il primo semestre del 2018 ha registrato un aumento della spesa per alimenti e bevande biologiche.

I prodotti bio sono cresciuti del 6,5% tendenziale nella prima metà del 2018, secondo le elaborazioni che Ismea ha presentato in occasione della Fiera Sana di Bologna.

L’anno scorso 9 famiglie italiane su 10 hanno comprato almeno un prodotto bio ed è stato soprattutto il Settentrione a trainare i consumi: Nord Est e Nord Ovest hanno infatti fatto segnare il 60% dell’intera spesa, a fronte del 24% del Centro e dell’11% del Sud.

I prodotti più acquistati sono frutta, ortaggi e derivati dai cereali (pasta, riso, farine ecc.), che rappresentano oltre la metà degli acquisti in valore e hanno registrato nel primo semestre del 2018 un trend positivo rispettivamente del 2,5%, 0,4 % e 9,3% (i prodotti ortofrutticoli convenzionali, invece, nel primo semestre del 2018, hanno fatto registrare un calo del 7,8%).

Sono cresciuti anche gli acquisti di latte e derivati (+6,2%), uova e vini (+21,6% entrambi), oli e grassi vegetali (+16,5%), carni fresche (+16,5%) e prodotti ittici (+16,7%). Solo i salumi hanno subito una battuta d’arresto (-2%).

Per comprare prodotti bio ci si rivolge alla Gdo, la grande distribuzione organizzata: i discount hanno visto incrementare del 42% il fatturato legato a questi acquisti. L’insieme degli altri canali commercio tradizionale, cash&carry, grossisti, porta a porta, e e-commerce) ha invece perso terreno nella misura del 3%.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Continua anche nel 2018 la crescita degli acquisti di alimentari bio

Today è in caricamento