rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022

Le bollette telefoniche a 28 giorni spariranno per legge tra 4 mesi

Il decreto fiscale, che è già stato approvato definitivamente dal Parlamento ed è legge a tutti gli effetti, cancella definitivamente le bollette telefoniche a 28 giorni che erano già state giudicate illegittime dall’Agcom. Le bollette di telefono, internet e pay tv dovranno coprire un mese, come minimo, o multipli di un mese; non saranno dunque più consentite le bollette che coprono soltanto 4 settimane (cioè 28 giorni).Le bollette che non possono più essere fatturate a 28 giorni riguardano i seguenti piani tariffar prepagati e quelli relativi ad abbonamenti e a clientela business, grandi clienti affari e partite iva. Restano escluse tutte le bollette che riguardano promozioni con durata inferiore al mese e non rinnovabili.

L’obbligo di scadenza mensile non riguarda luce e gas, le cui bollette potranno dunque essere emesse con una periodicità diversa da quella dei 30 giorni.

Gli operatori avranno 120 giorni di tempo per adeguarsi all’obbligo di scadenza mensile  o plurimensile, chi non si adeguerà dovrà rimborsare i propri clienti con 50 euro forfettari più 1 euro per ogni giorno successivo alla scadenza del termine imposto dall’Autorità per le comunicazioni. Raddoppiano anche le sanzioni che vanno da un minimo di 240 mila euro ad un massimo di 5 milioni.

La fatturazione a 30 giorni anziché a 28 significa una bolletta in meno perché riduce a 12 le mensilità da pagare contro le 13 della fatturazione ogni 4 settimane introdotta nel 2015, che aveva comportato per gli utenti un maggior costo annuo dell’8,5%.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Le bollette telefoniche a 28 giorni spariranno per legge tra 4 mesi

Today è in caricamento