rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Quando e come farsi rimborsare il bollo auto

Si può chiedere alla Regione di competenza il rimborso del bollo auto 2017 - rende noto il sito guidafisco - ma solo in alcuni casi. Il bollo auto è rimborsabile al 100% se pagato due volte o per importo superiore a quello dovuto in base ai kw o Cv.

Il bollo è rimborsato parzialmente in caso di furto, demolizione o esportazione definitiva all'estero del veicolo. In questo caso viene restituita la parte di tassa versata che non è stata fruita, calcolata in dodicesimi, a partire dal mese da cui si è verificato l’evento annotato al PRA fino a quello di scadenza del versamento in corso di validità. Il rimborso bollo auto 2017 spetta anche in caso di cessione del veicolo presso un concessionario e intervenuta esenzione a favore di soggetti portatori di handicap o di familiari di cui il disabile sia fiscalmente a carico.

Non sono rimborsabili somme sotto una certa soglia, che varia da Regione a Regione (15,01 euro in Lombardia e 16,53 nel Lazio, per esempio) e non si può chiedere e ottenere il rimborso se il pagamento riguarda la tassa di circolazione (ciclomotori, veicoli ultraventennali, rimorchi) o se, in caso di rimborso frazionato, l’evento o l’annotazione al PRA, si verifica nell’ultimo mese di validità del pagamento.

La domanda di rimborso va presentata entro il 31 dicembre del terzo anno successivo alla data in cui il pagamento è stato effettuato, tramite apposito modulo domanda ma anche in carta semplice (riportando, in quest'ultimo caso: nome e cognome, residenza e codice fiscale o partita IVA, numero di telefono del richiedente, modalità con cui si vuole ricevere il rimborso: c/c postale, bancario ABI e CAB, assegno circolare non trasferibile con spese a carico del destinatario).

La domanda va inoltrata ad Aci o Regione, ed esattamente ad Agenzie o delegazioni ACI, uffici provinciali ACI della Regione; uffici di Protocollo della Regione. Il modulo per presentare la domanda è scaricabile dal sito ACI della propria Regione. La domanda di rimborso deve essere documentata e la documentazione varia a seconda che il rimborso sia chiesto per pagamento duplice o eccessivo. Se si è pagato 2 volte occorre allegare la ricevuta originale del versamento effettuato e da rimborsare, fotocopia della ricevuta di versamento del bollo valido, fotocopia della carta di circolazione. Se invece si è pagato troppo vanno allegati fotocopia della ricevuta di pagamento del bollo auto e fotocopia della carta di circolazione. In caso di versamento non dovuto, infine,  la documentazione da fornire consiste nella ricevuta originale del versamento del bollo da rimborsare e nella fotocopia dell'atto da cui risulti che il pagamento non è dovuto.

Il rimborso viene effettuato tramite bonifico bancario o postale indicato dal richiedente nell'apposita istanza di rimborso. Il richiedente deve essere il proprietario del veicolo, oppure il titolare del diritto reale di godimento (usufruttuario per esempio) oppure ancora l’erede o il locatario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Quando e come farsi rimborsare il bollo auto

Today è in caricamento