Lunedì, 26 Luglio 2021

I pensionati vendono casa piuttosto che comprarla, ma quando comprano non hanno bisogno del mutuo

Acquisti immobiliari da parte di pensionati in calo nella prima metà di quest’anno, stando ai dati di Tecnocasa e Tecnorete. Chi non svolge più attività lavorativa è invece più incline a vendere la propria casa di proprietà. Gli acquisti immobiliari da parte di pensionati sono calati all’8,5% del totale, nel primo semestre 2017, rispetto al 9,4% dello stesso periodo dell’anno scorso.

Diminuiscono i pensionati che investono nel mattone o comprano case vacanze, rispettivamente dello 0,7% e dell’1,6% su base annua: nel 62,5% dei casi i pensionati che hanno fatto acquisti immobiliari hanno comprato l’abitazione principale, nel 26,8% dei casi hanno comprato per investimento ed infine nel 10,7% dei casi si sono dotati di una casa vacanza.

Il 66,3% dei pensionati che ha acquistato è coniugato o vive in coppia, il 19,5% è celibe/nubile, l’11,4% è vedovo e il 2,8% è separato/divorziato. Solo il 9,1% dei pensionati è ricorso a un mutuo per comprare casa, mentre il 90,9% della compravendite è avvenuto senza l’intervento da parte di istituti di credito. Il trilocale è l’opzione immobiliare più gettonata dai pensionati (38,8%), seguito dal bilocale (27,8%) e dal quadrilocale (13,6%); ville, villette, rustici, case indipendenti e semindipendenti compongono insieme il 12,9% degli acquisti.

E’ pensionato il 27,3% di quanti hanno venduto casa nel primo semestre del 2017: Il 65% dei pensionati ha venduto per reperire liquidità, il 21,5% per migliorare la qualità abitativa ed il 13,5% per trasferirsi in un altro quartiere o in un’altra città.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

I pensionati vendono casa piuttosto che comprarla, ma quando comprano non hanno bisogno del mutuo

Today è in caricamento