Sabato, 23 Ottobre 2021

Chi potrà assumere con gli sgravi contributivi

Sgravi contributivi in arrivo, con la legge di stabilità in via di approntamento, per favorire nuove assunzioni.

Gli sgravi saranno riservati all’assunzione di giovani fino a 29 anni e la decontribuzione a favore dell’azienda dovrebbe arrivare a coprire fino al 50% dei contributi previdenziali, con un tetto massimo di 3.250 euro per 2 o 3 anni.

Gli sgravi saranno concessi solo a chi non ha licenziato nei 6 mesi precedenti l’assunzione e non procederà a licenziamenti nei 6 mesi successivi, così da evitare che le nuove assunzioni diventino un modo per rottamare altri lavoratori già in forza all'azienda. Il governo sta valutando se limitare il divieto di licenziamento per 6 mesi più 6 pena la perdita di incentivo a lavoratori con la stessa mansione di quello assunto con gli sgravi o prevederlo per la totalità del personale dell'azienda che accede al beneficio.

Gli sgravi dovrebbero essere concessi anche se non aumentano gli occupati complessivi dell’azienda, purché venga rispettato il divieto di sostituire lavoratori già contrattualizzati con persone che costano di meno.

Nel 2017 scadono le agevolazioni per assunzioni al Sud e tra i 16-29enni previste dal programma Garanzia giovani. Per questi ultimi, come documentato dal rapporto sul precariato dell'Inps, le assunzioni sono state appena 21.800, 7mila delle quali a tempo determinato. Nell'intero 2016, quando l'agevolazione contributiva era al 50% per tutte le assunzioni a tempo indeterminato, i giovani fino a 29 anni interessati dal fenomeno sono stati 129mila.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Chi potrà assumere con gli sgravi contributivi

Today è in caricamento