Domenica, 7 Marzo 2021
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Oltre l’80% dei contribuenti destina alla Chiesa l’8 per mille, al Vaticano quasi un miliardo di euro

Foto di repertorio

Gli italiani hanno donato con le tasse quasi un miliardo di euro alla Chiesa Cattolica, secondo quanto ha registrato la settantunesima Assemblea generale della Conferenza episcopale italiana, su comunicazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze del governo italiano.

Grazie all’8 per mille la Chiesa cattolica ha ricevuto 997.973.199,26 euro: 1.005.513.846,19 a titolo di anticipo per l'anno in corso, e 7.540.646,93 come conguaglio sulle somme che gli italiani hanno destinato a questo culto nella dichiarazione Irpef precedente. 
Per il 2018 l’ ‘incasso’ della Chiesa cattolica è maggiore rispetto all’anno scorso, quando su indicazione dei contribuenti italiani il governo aveva girato 986.070.639,38 euro.

Una quota di 355,473 milioni sarà usata per ‘esigenze di culto e pastorale’: nel dettaglio 156 milioni di euro saranno destinati alle diocesi, 132 milioni all'edilizia di culto (105 milioni all'esistente e nuova, 27 milioni alla tutela dei beni culturali ecclesiastici), 13 milioni 473 mila euro al Fondo per la catechesi e l'educazione cristiana, 40 milioni 500 mila euro alle esigenze di rilievo nazionale. 

Agli interventi caritativi andranno 275 milioni del totale dell’incasso, così suddivisi: 150 milioni alle diocesi (per la carità), 65 milioni al Terzo mondo, 60 milioni alle esigenze di rilievo nazionale. Infine, al sostentamento del clero vanno 367 milioni 500 mila euro. 

Hanno destinato alla Chiesa Cattolica l’8 per mille l'81,22% dei contribuenti (in calo dello 0.01% rispetto all'anno precedente), secondo quanto la Cei precisa sulla base dei dati ricevuti dal Ministero dell'Economia e delle Finanze e relativi alle dichiarazione dell'anno 2015 (redditi 2014). L’8 per mille può essere desinato anche ad altri culti, oltre a quello cattolico, oppure allo Stato, in base a quanto dispone la legge 222 del 1985 che lo ha istituito.

Si parla di

Oltre l’80% dei contribuenti destina alla Chiesa l’8 per mille, al Vaticano quasi un miliardo di euro

Today è in caricamento