Giovedì, 5 Agosto 2021

Come funzionano le sanzioni per i nuovi voucher

Con la circolare 5/2017 l'Ispettorato nazionale del lavoro (Inl) ha precisato quali sanzioni applicare e in quali casi per la violazione delle regole sui nuovi voucher e libretti di famiglia per lavoro occasionale.

I voucher non possono essere usati con ex dipendenti o collaboratori, coi quali il rapporto di lavoro subordinato o di collaborazione sia cessato da meno di 6 mesi. In questi casi, come nel caso di voucher utilizzato per prestazioni di chi sia tuttora dipendente o collaboratore, comporta la conversione del rapporto nella tipologia ordinaria del lavoro a tempo pieno e indeterminato, con applicazione delle relative sanzioni civili e amministrative, se accertata la natura subordinata dello stesso. Le sanzioni non sono applicabili se il rapporto precedente era regolato con un contratto di somministrazione.

Lavori occasionali non comunicati in anticipo potranno essere considerati lavoro nero secondo quanto precisa l’Ispettorato. Per ottenere i voucher o il libretto famiglia (emessi da Inps e Poste Italiane) occorre infatti che sia il committente che il prestatore d’opera si registrino online e segnalino preventivamente l’affidamento di un incarico lavorativo occasionale e lo svolgimento dello stesso.

La mancata comunicazione preventiva comporta una sanzione amministrativa da 500 a 2.500 euro, mentre se la violazione riguarda più lavoratori, la sanzione corrisponderà al prodotto tra 833,33 euro e la somma delle giornate lavorative non regolarmente comunicate. La sanzione non si applica nel caso il committente sia la pubblica amministrazione o soggetto che per le prestazioni occasionali ricorre al libretto di famiglia. Stesso discorso per chi viola le regole relative a riposo giornaliero, pause e riposi settimanali (tutti casi, precisa l'Inl, che comportano in aggiunta l'applicazione delle specifiche sanzioni previste) e per chi ricorra al contratto di prestazione occasionale nonostante abbia alle proprie dipendenze più di 5 lavoratori subordinati a tempo indeterminato.

Lavori occasionali per oltre 2500 euro o 280 ore l’anno comportano l’assunzione della persona a cui è stato affidato l’incarico a partire dal giorno in cui si realizza il superamento della soglia, con applicazione delle connesse sanzioni civili ed amministrative. Tale trasformazione vale anche per i lavori agricoli, ma non nella pubblica amministrazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Come funzionano le sanzioni per i nuovi voucher

Today è in caricamento