Domenica, 28 Febbraio 2021
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Commercianti e artigiani in calo nel 2017

Foto di repertorio

Nel 2017 sono diminuiti commercianti e artigiani, secondo quanto risulta risultano dall'Osservatorio sui lavoratori autonomi relativo agli iscritti alla gestione speciale dell’Inps.

Gli artigiani sono calati dell’1,4% rispetto all’anno prima: 1.700.170 contro 1.724.070 iscritti, ma 2 anni la flessione annua era stata più forte, pari a -2,5% rispetto al 2015 (1.767.920 iscritti). Tra il 2008 e il 2017 quando gli iscritti erano oltre 1.967.000 si è registrato un calo di oltre 260.000 unità.

Chi esercita la professione artigiana è perlopiù uomo e titolare dell’attività stessa: i titolari sono 1.568.819 degli iscritti alla gestione separata dell’Inps, il 92,3% del totale. Il 79,4% del totale degli artigiani dell’anno scorso è maschio, mentre analizzando i dati per sesso e qualifica, 1.274.352 iscritti (l’81,2% del totale) risultano titolari dell’attività e maschi, contro il 18,8% (294.467) delle titolari femmine. Tra i collaboratori i maschi, sono stati 75.305, cioè poco più della metà del totale (57,3%), contro 56.046 femmine. Il 30,8% degli artigiani ha tra i 40 e i 49 anni, mentre il 16,8% ha un’età pari o superiore ai 60 anni e solo il 5,8% ha meno di 30 anni.

Il 56,4% delle aziende artigiane si trova al Nord: il Nord-Ovest è l’area geografica che, con il 31,4%, presenta il maggior numero di artigiani, seguito dal Nord-Est con il 24,9%, dal Centro con il 20,8%, dal Sud con il 15,3% e dalle isole con il 7,6%. La maggior parte degli artigiani si concentra in Lombardia, con 315.433 iscritti (18,6%). Seguono Emilia Romagna con 176.537 iscritti (10,4%), Veneto con 176.522 iscritti (10,4%) e Piemonte con 159.198 iscritti (9,4%).

I commercianti sono diminuiti dello 0,6%, a quota 2 milioni 242.259, e la flessione è stata del tutto analoga a quella registrata nel 2016 rispetto al 2015 (-0,7%). 

Il 91,1% dei commercianti è titolare dell’azienda il 91,1%, il 64,9% è uomo (quest’ultima percentuale è in lieve aumento nel corso del tempo). La distribuzione per sesso e qualifica nel 2017 mette in evidenza una sostanziale prevalenza dei maschi tra i titolari con 1.372.520 iscritti (67,2%), mentre a prevalere tra i collaboratori sono le femmine (58,2%), con 116.400 iscritti.

Il 28,8% dei commercianti ha dai 40 ai 49 anni, il 27,2% dai 50 ai 59 anni e il 17,8% 60 anni o più. Nel complesso, nelle classi di età dai 40 anni in su si concentra il 73,7% dei commercianti. Solo il 7,7% dei lavoratori ha un’età inferiore ai 29 anni.

Il 26,7% delle aziende si trova nel Nord-Ovest, il 19,9% nel Nord-Est, il 21,1% al Centro, il 22,7% al Sud e il 9,6% nelle isole. La regione che registra il maggior numero di commercianti è la Lombardia con 343.425 iscritti, pari al 15,3% del totale, seguita da Campania (9,9%), Lazio (9,4%), Veneto (8,3%), Piemonte (7,9%) ed Emilia Romagna (7,8%).

Si parla di
Sullo stesso argomento

Commercianti e artigiani in calo nel 2017

Today è in caricamento