rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Cosa è e come funziona il contratto di solidarietà

Chi non li ha già sperimentati ne ha molto probabilmente sentito comunque parlare, perché i contratti di solidarietà in questi anni hanno trovato frequente impiego. Ma cosa sono? E a cosa servono?

I contratti di solidarietà riducono monte ore e retribuzione per tutti i dipendenti al fine di evitare licenziamenti, individuali e/o collettivi, da qui il loro nome. Realizzando un risparmio delle ore lavorate rispetto alla totalità della forza-lavoro, essi consentono a ciascuno di lavorare e quindi di mantenere il proprio posto di lavoro. I contratti di solidarietà vengono anche utilizzati sia per salvaguardare il patrimonio di professionalità all’interno di un’azienda che per scongiurare la delocalizzazione di alcuni settori.

In Italia, i contratti solidarietà sono stati introdotti nel 1984, mediante il decreto legge 30 ottobre n. 726, convertito poi in legge 19 dicembre 1984 n. 863 l’anno seguente e sono consentiti ove le aziende abbiano stipulato appositi contratti collettivi aziendali di lavoro coi sindacati aderenti alle confederazioni maggiormente rappresentative sul piano nazionale.

Esistono due tipi di contratti di solidarietà: difensivi ed espansivi, a seconda che perseguano la tutela della forza lavoro già in essere o l’aumento (più prosaicamente, l’assunzione di chi lavora già ma con garanzie minori degli altri) di quella fora lavoro; i primi mirano a evitare il licenziamento dei lavoratori considerati in eccesso in caso di crisi e prevedono anche un’integrazione del 60% della retribuzione persa; i secondi sono volti ad incentivare nuove assunzioni con una riduzione dell’orario lavorativo e della retribuzione anche ai dipendenti già sottoposti a contratto. Nel 1993 la prima tipologia di contratto di solidarietà è stata consentita anche alle imprese non rientranti nel regime di cassa integrazione guadagni straordinaria (CIGS).

Si parla di
Sullo stesso argomento

Cosa è e come funziona il contratto di solidarietà

Today è in caricamento