rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Cosa sono e come funzionano i Pir

I Piani individuali di risparmio (Pir) hanno raccolto dall’inizio dell’anno a settembre 7,5 miliardi, dimostrando di essere molto apprezzati dai risparmiatori. Ecco come funzionano.

IPir sono strumenti d'investimento detassati: i risparmiatori non pagano né la tassa di successione né quella sul capital gain (che sarebbe al 26%) a condizione però di tenere in portafoglio il Pir per almeno 5 anni (si può disinvestire prima, ma in quel caso si pagano le tasse come per i normali fondi comuni di investimento).

I Pir servono a convogliare il risparmio degli italiani nelle pmi del Paese e quindi devono investire i soldi dei risparmiatori almeno per il 70% in azioni o obbligazioni italiane (o di aziende europee con stabile organizzazione in Italia), e di questo 70% il 30% (che equivale al 21% del totale) in aziende medio-piccole.

Tramite i Pir si possono investire solo 30mila euro l'anno per 5 anni, ma lo stesso successo dei Pir deve far riflettere: le somme raccolte con questo strumento sono state convogliate soprattutto sull'Aim, il listino di Piazza Affari dedicato alla piccole imprese, che da gennaio ha registrato una performance quasi doppia rispetto al listino principale; c’è insomma il rischio che si crei una bolla speculativa dovuta alle troppe risorse riversatisi su un mercato troppo piccolo.

Sui Pir si applicano commissioni che possono arrivare fino al 6% e per essere certi che l’investimento possa essere davvero conveniente occorre leggere attentamente le avvertenze prima di sottoscrivere un Pir.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Cosa sono e come funzionano i Pir

Today è in caricamento