Lunedì, 20 Settembre 2021

Aumentano i visitatori, ma in Italia il turismo incide poco sul Pil

Nonostante le sue bellezze paesaggistiche e storiche, l’Italia non è tra i Paesi il cui prodotto interno lordo sia particolarmente legato al turismo, secondo calcoli effettuati da Howmuch.net sulla base dei dati del Travel & Tourism Competitiveness Report 2017 pubblicato dal World Economic Forum.  Ma tra il 2005 e il 2015, secondo quanto emerge dai dati dell'Istat, contenuti negli annuari di statistica e nella pubblicazione 'Noi Italia', elaborati dall’Adnkronos, ha visto un forte aumento dei turisti.

Le presenze turistiche in Italia sono aumentate del 28,3% e del 10,6% in 10 anni, calcolando rispettivamente le persone che hanno pernottato nelle strutture ricettive dello stivale e quelle (passate da 355,2 milioni del 2005 a 392,8 milioni del 2015) che hanno effettuato pernottamenti in più parti dell’Italia.

Il soggiorno nelle strutture ricettive è calato da 4 a 3,5 notti dal 2005 al 2015 e rispetto agli altri Paesi dell'Ue l'Italia si colloca al settimo posto, dietro a Cipro dove la permanenza media è di 5,8 notti, Malta (5,6 notti), Croazia (5,1 notti) Danimarca (4,3 notti), Grecia (4,3 notti, Spagna 3,7 notti). Nell'Europa a 28 (perché tra 2005 e 2015 il Regno Unito è rimasto nella Ue) la media è di 2,9 notti.

Gli alberghi si sono ridotti dell’1% in 10 anni passando dai 33.518 del 2005 ai 33.199 del 2015

L’Italia non è tra i 5 Paesi più dipendenti dal turismo, classifica che vede presenti invece Malta (dove il turismo genera il 15% del Pil complessivo), Croazia (15%), Thailandia (9,3%), Giamaica (8,9%) e Islanda (8,2%). Stilando questa classifica Howmuch.net ha evidenziato che a dipendere maggiormente dal turismo sono i Paesi più piccoli oppure meno sviluppati. I 5 paesi che meno dipendono dall’economia turistica sono Ucraina (dove il turismo genera l’1,4% del Pil complessivo), Russia (1,5%), Polonia (1,7%), Canada (1,8%) e Corea del Sud (1,8%).

L’Italia è all’ottavo posto per incidenza del turismo sul Pil, stimata da Howmuch.net in 76,3 miliardi di dollari. I Paesi col Pil turistico più elevato sono Stati Uniti (dove il turismo vale 488 miliardi di dollari l’anno), Cina (224 miliardi), Germania (130,8 miliardi), Giappone (106,7 miliardi), Regno Unito (103,7 miliardi), Francia (89,2 miliardi), Messico (79,7 miliardi), Spagna (68,8 miliardi) e Brasile (56,3 miliardi). I 6 Paesi con le maggiori economie turistiche sono anche quelli con le maggiori economie in assoluto, quindi poco dipendenti dall’industria turistica.

Permanenza media dei viaggiatori, nei Paesi dell'Ue a 28 nel 2015

Cipro....................5,8
Malta....................5,6
Croazia..................5,1
Danimarca.............4,3
Grecia....................4,3
Spagna..................3,7
Italia......................3,5
Bulgaria..................3,4
Austria....................3,2
Portogallo................3,1
Ue28.......................2,9
Irlanda....................2,9
Regno Unito.............2,9
Slovacchia................2,8
Paesi Bassi................2,8
Repubblica Ceca.........2,7
Polonia......................2,7
Francia......................2,6
Romania...................2,6
Slovenia...................2,6
Lituania...................2,5
Lussemburgo...........2,5
Ungheria..................2,5
Belgio......................2,4
Germania................2,4
Svezia....................2
Lettonia..................1,9
Estonia....................1,9
Finlandia..................1,8
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Aumentano i visitatori, ma in Italia il turismo incide poco sul Pil

Today è in caricamento