Martedì, 20 Aprile 2021
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Crescono le esportazioni di macchinette di distribuzione automatica made in Italy

Confida, l’associazione che raggruppa gli operatori italiani della distribuzione automatica, rileva un successo crescente per le macchinette automatiche made in Italy

L'export di distributori automatici è cresciuto del 5% annuo, a quasi 213 milioni, nei primi 6 mesi del 2017. In Russia l’aumento è stato addirittura del 38,7%, in Svizzera del 33,7%.

Nella Ue l’export è forte soprattutto in Romania (+25,1%), Olanda e Germania: i Paesi Bassi hanno fatto registrare la crescita annua maggiore (+11,7%) e valgono il 6,7% delle esportazioni del settore, i tedeschi rappresentano invece i maggiori acquirenti di macchinette made in Italy con una quota del 12,4% e i loro acquisti hanno fatto registrare un incremento è stato del 10,5%, mentre nei Paesi Bassi, che valgono il 6,7% delle esportazioni, la crescita si è attestata all'11,7%. Aumento a doppia cifra anche nel Regno Unito: +11%.

La vendita di distributori di cibi e bevande cresce anche fuori dalla Ue: il mercato extra europe è cresciuto in un anno del 16% raggiungendo il 22,6% dell'export totale. Nel dettaglio, il  Sud America pesa il 4,4%, i mercati asiatici valgono il 6,5% e il Medio Oriente il 3,4%. Tra i Paesi che hanno fatto segnare i miglioramenti più significativi rientrano la Cina (+ 214%), il Messico (+171%), il Brasile (+150%) e la Malaysia (+150%). Spicca anche l'espansione registrata negli Stati Uniti (+15,7%), dove le esportazioni da gennaio a fine giugno hanno superato la soglia dei 5 milioni di euro. Gli Usa assorbono il 2,8% dell'export totale italiano del settore nel mondo.

VENDING MACHINE MADE IN ITALY: I PAESI CHIAVE DELL'EXPORT

scheda carlo sala-2-2

*Il valore del fatturato è espresso in euro (dati PROMOS)

Si parla di
Sullo stesso argomento

Crescono le esportazioni di macchinette di distribuzione automatica made in Italy

Today è in caricamento