Venerdì, 6 Agosto 2021

Inversione di tendenza, le imprese fanno meno richieste di credito e chiedono meno denaro

Secondo le ultime analisi del Barometro Crif, sulla base di elaborazioni di Eurisc (il Sistema di informazioni creditizie che raccoglie i dati su oltre 81 milioni di posizioni creditizie), nel 2017 le richieste di credito da parte delle imprese italiane sono in calo.

Le richieste di credito dalle aziende sono calate dell’1% su base annua nel primo trimestre del 2017 rispetto allo stesso periodo del 2016. È la prima volta che succede dopo 7 trimestri. La Banca d'Italia nel Supplemento banca e moneta ha rilevato che a febbraio i prestiti alle imprese, corretti per tenere conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, sono cresciuti dello 0,1% annuo rispetto al +0,9% fatto segnare a gennaio.

Il calo delle richieste è più spiccato per le imprese individuali, per le quali le richieste di credito sono risultate in calo dell’1,4%, mentre per le società di capitali le richieste hanno registrato una diminuzione dello 0,6%.

Cala anche l’importo medio richiesto: -1,7% annuo facendo la media tra imprese individuali e società di capitali. Le imprese individuali hanno mediamente richiesto 34.582 euro con una crescita del 3%, che compensa il -3% degli importi richiesti dalle società di capitali (sui 109.303 euro). L’importo medio richiesto dalle imprese (individuali o societarie) si è attestato sui 78.525 euro.

Il 31,6% delle richieste di credito riguarda somme di meno di 5mila euro, in crescita dello 0,6% rispetto al 2016. Sono richieste che provengono per la maggior parte dalle imprese di piccola e piccolissima dimensione. Calano invece (-0,9%) le richieste relative a importi tra i 10mila e i 20mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Inversione di tendenza, le imprese fanno meno richieste di credito e chiedono meno denaro

Today è in caricamento