Lunedì, 19 Aprile 2021
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Italia primo esportatore mondiale di vino bianco, ma lo spumante resta dietro lo champagne

L’Italia è il maggior esportare di vino bianco nel mondo, sia per volumi che per valori, secondo un'indagine Nomisma Wine-Monitor. Non c’è invece niente da fare contro la Champagne, perché nel comparto dei vini frizzanti l’Italia si ferma alle spalle della Francia tra i principali esportatori del pianeta.

Il vino bianco fermo italiano è il più venduto al mondo, per un valore di 1,287 miliardi di euro l’anno contro i 1,276 miliardi di euro della Francia (che però resta davanti all’Italia per vendite di rossi e bollicine), i 688 milioni della Nuova Zelanda, i 323 della Spagna, i 317 della Germania e i 273 dell’Australia.

L’export di vino bianco italiano è cresciuto del 26% negli ultimi 5 anni (quello di vino rosso del 16%, quello di vino frizzante dell’88%). Stati Uniti (36,6%), Germania (16,5%) e Regno Unito (14,2%) sono i 3 principali buyer  verso cui si indirizzano i 2/3 delle vendite del bianco Made in Italy.

Anche sul mercato domestico le vendite di vino bianco italiano sono cresciute, leggermente più di quelle di vino rosso (40,1% contro 39,8%). Nel consumo "fuori casa", secondo il rapporto di Wine Monitor, i bianchi fermi battono i rossi, risultando i più consumati al ristorante e secondi solo alle bollicine nei wine bar, mentre i rossi che restano leader nei consumi casalinghi.

Il rosso resta il vino più bevuto in tutto il mondo, ma i consumi sono in calo (rappresentano comunque il 55% dei volumi totali e sono in controtendenza in crescita in Usa e Cina), mentre i consumi di vino bianco sono in aumento anzitutto grazie a giovani e donne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Italia primo esportatore mondiale di vino bianco, ma lo spumante resta dietro lo champagne

Today è in caricamento