Venerdì, 5 Marzo 2021
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Sulle strade italiane 3,5 milioni di veicoli privi dell’assicurazione obbligatoria

Foto di repertorio

I sistemi di controllo sono ormai sempre più sofisticati, ma in Italia continuano a essere molti conducenti che non provvedono all’assicurazione Rc del proprio veicolo. Ecco cosa succede in questi casi.

In Italia circolano 3,5 milioni di veicoli privi dell’assicurazione Rc richiesta per legge, secondo Ania, l’associazione delle compagnie di assicurazione.

Chi circola senza copertura assicurativa incorre in sanzioni progressive che vanno dalla multa al sequestro del veicolo (in caso di violazione reiterata del divieto di circolare col veicolo non assicurato), passando per l’obbligo di custodia del veicolo stesso (la prima volta che si viene sorpresi a guidare senza assicurazione si incorre nell’obbligo di non circolare più con quel mezzo, che però non viene sequestrato).

La violazione viene sanzionata anche se il veicolo privo di copertura assicurativa non è in movimento: ove si scopra che un veicolo parcheggiato non è in regola con la Rc le sanzioni scattano comunque, perché tali sanzioni sono previste per l’assenza di assicurazione e prescindono dal fatto che si stia utilizzando o meno il veicolo.

La somma della sanzione amministrativa può ridursi del 75% in 2 casi: 

  • quando l’assicurazione del veicolo è scaduta, ma resa operante nei 15 giorni successivi al termine, 
  • quando l’interessato provvede, entro 30 giorni dalla violazione, alla demolizione e successiva radiazione del veicolo.

Le sanzioni si aggravano in caso di falsa documentazione per attestare una copertura assicurativa di cui in realtà il veicolo non è dotato. In simili casi scatta la sospensione della patente di guida per un anno e il veicolo non viene soltanto sequestrato ma confiscato. Chi esibisca documenti falsi può inoltre incorrere nell’accusa di ricettazione e nella conseguente reclusione da 6 mesi a 3 anni.

Per i risarcimenti esiste un Fondo di garanzia per le vittime della strada che provvede a liquidare i danni provocati da veicoli sprovvisti di copertura assicurativa o guidati contro la volontà del loro titolare (come avviene nel caso in cui il veicolo sia stato rubato al suo titolare). Non di rado, però, la liquidazione del danno da parte di questo Fondo passa per vertenze giudiziarie.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Sulle strade italiane 3,5 milioni di veicoli privi dell’assicurazione obbligatoria

Today è in caricamento