rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Milionari in aumento in Italia e arrivano i consigli delle banche contro le truffe

Nel 216 sono aumentati gli italiani con un patrimonio finanziario personale superiore a 1 milione di dollari (escluse quindi case e opere d’arte), secondo rilevazioni di Capgemini.

Nel 2016 gli italiani con almeno 1 milione di dollari sono stati il 10% 9in più mentre negli Usa il numero dei benestanti è salito dell'8%, toccando quota 4,795 milioni. Un milione e 150mila le persone che hanno superato la soglia del patrimonio finanziario personale di un milione di dollari dal 2012 a oggi, i benestanti si concentrano perlopiù (61,1%) in 4 Paesi principali: Usa, Giappone, Germania e Cina.

L'Italia è al decimo posto mondiale per presenza di milionari: nel 2016 erano 252mila, contro i 229mila dell’anno precedente (+10% appunto). Nella classifica spicca il sorpasso della Francia (da 523 a 579 mila ricchi) sulla Gran Bretagna dove l'incremento è stato assi più limitato (+13 mila benestanti, per un totale di 568mila). Completano la 'top ten' Svizzera, Canada e Australia mentre la ripresa delle economie ha permesso un aumento a 2 cifre dei ricchi in Russia ( +20%) e Brasile (+11%).

Ricchi o meno, occorre fare attenzione nella gestione delle finanze e per questo l'Associazione Bancaria Italiana ha messo a punto alcuni consigli per evitare truffe e raggiri.

Quando si va in banca è bene cambiare percorso ed orario, evitando così di poter essere intercettati. Ovviamente è bene evitare di farsi avvicinare da sconosciuti mentre si va o si torna dalla banca e ancor più opporsi a qualsiasi richiesta di mostrare soldi o documenti della banca. Farsi accompagnare in banca da un familiare quando si deve versare o prelevare una somma rilevante di denaro è una buona idea, soprattutto quanto più si è anziani o comunque esposti a possibili aggressioni.

L’internet banking va utilizzato con cautela, custodendo con cura e modificando spesso i codici che permettono di utilizzare i servizi online della banca (ad esempio quelli per accedere al conto corrente), evitando di conservare i codici personali insieme al dispositivo che genera la password 'usa e getta' per accedere ai servizi online. Abi consiglia ancora di accedere al sito dall'indirizzo nella barra di navigazione e controllare sempre che il nome del sito corrisponda a quello della banca, viceversa non bisogna assolutamente mai entrare mai nella pagina del conto corrente attraverso riferimenti che si trovano in e-mail ricevute. Infine è bene aggiornare sempre i programmi di protezione sui dispositivi utilizzati, installare solo programmi e aggiornamenti ufficiali la cui provenienza è verificata e segnalare alla banca qualsiasi anomalia, ad esempio l’apertura di finestre e pagine indesiderate.

Prelievi e pagamenti con carta di debito o credito vanno fatti di persona, senza prestare mai la carta che si usa per prelevare o fare pagamenti ad altre persone; il Pin della carta va custodito con molta cura ma mai insieme alla carta stessa e quando lo si utilizza ad uno sportello è sempre meglio sincerarsi che nessuno possa vedere la combinazione che si digita.

Prima di investire i risparmi occorre verificare chi si ha davanti per essere certi che si tratti di soggetto abilitato a svolgere l’attività e non si devono mai consegnare contanti a persona che propongono investimenti, perché assegni o bonifici vanno fatti solo a favore della banca o della società finanziaria per conto della quale la persona agisce (peraltro è bene diffidare sempre da chi propone guadagni facili e sicuri: a rendimenti elevati corrispondono rischi elevati).

Gli assegni sono affidabili solo se provengono da persone note e fidate e sono completi dei dati richiesti, senza i quali la banca potrebbe rifiutare il pagamento. Il proprio libretto degli assegni non va mai dato in custodia, né gli assegni vanno spediti (anche le fotocopie di assegni emessi sono sconsigliate. In generale, è opportuno controlla sempre con attenzione l'estratto conto, il documento che riepiloga le entrate e le uscite del conto corrente, e segnalare alla banca ogni presunto errore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Milionari in aumento in Italia e arrivano i consigli delle banche contro le truffe

Today è in caricamento