Giovedì, 5 Agosto 2021

Mutui immobiliari convenienti, cresce l’acquisto di case a scopo di investimento

Gli italiani hanno aumentato risparmi e investimenti e anche l’acquisto della casa a fini di investimento fa registrare un lieve aumento, secondo l’analisi delle compravendite realizzate nel primo semestre del 2017 da Tecnocasa e Tecnorete

L’acquisto immobiliare per fini di investimento è cresciuto dello 0,9% rispetto al primo semestre del 2016, passando da un’incidenza sul totale degli acquisti del 16,7% ad una del 17,6%. In oltre 3 casi su 4 (76,9%) l’acquisto  riguarda invece l’abitazione principale, mentre nel rimanente 5,5% ad essere acquistata è la casa vacanza.

Il 71,3% di chi compra l’abitazione è rappresentato da coppie, con o senza figli, mentre i single sono il 28,7% degli acquirenti. Nel 57% dei casi gli acquirenti hanno un’età tra i 18 e i 44 anni, nel 21% tra i 45 e i 54 anni.

Oltre metà delle persone che vendono casa (55,5%) lo fa per recuperare liquidità, mentre circa un terzo (32,4%) vende per migliorare la qualità abitativa e poco più di 1 su 10 (12,1%) per trasferimento in un altro quartiere o in un’altra città.

Solo Svizzera, Francia e Germania hanno tassi sui mutui migliori di quelli praticati in Italia secondo un’analisi condotta da Facile.it e Mutui.it in 14 nazioni: nel Belpaese per un immobile di valore pari a 180.000 euro con richiesta di un mutuo di 120.000 euro da restituire in 20 anni chi sceglie il tasso variabile si vede applicare un Taeg fra l’1,03% e l’1,10% (prendendo come riferimento l’immobile e il mutuo ipotizzati nella simulazione) e chi opta per il tasso fisso pagherà interessi sulle rate compresi fra il 2,01% e 2,08% se a tasso fisso, tedeschi e i francesi per il tasso fisso si vedono applicare, rispettivamente Taeg all'1,70%e 1,87% mentre agli svizzeri devono corrispondere interessi nella misura dell'1,65% se optano per il tasso fisso e dello 0,65% se optano per quello variabile. In Spagna i tassi non sono molto diversi dall’Italia, (fra 1,85% e 2,10% se fisso; fra 0,80% e 1,20% se a tasso variabile), mentre in Gran Bretagna il TAeg è del 4,20% a tasso fisso e del 3,30% a tasso variabile ed in Grecia si arriva al 3,62% nel caso di tasso variabile e al 5,50% per quello fisso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Mutui immobiliari convenienti, cresce l’acquisto di case a scopo di investimento

Today è in caricamento