Venerdì, 26 Febbraio 2021
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Il 24% dei pensionati è a carico dell’Inps da almeno 25 anni

Non occorre attendere il reddito di cittadinanza per fare degli italiani un popolo di mantenuti, il sistema previdenziale italiano fa sì che già oggi una buona parte della popolazione sia mantenuta al di là di quanto ha prodotto.

Da inizio 2018 risultano in pagamento presso l’Inps 758.372 prestazioni pensionistiche, rileva l’Osservatorio sulla spesa pubblica del Centro studi e ricerche di Itinerari Previdenziali.

Sono 3.806.297 le prestazioni corrisposte da almeno 25 anni, pari al 24% circa del totale dei pensionati, ossia 16 milioni nel 2017. Vi sono poi 758.372 pensioni corrisposte da almeno 37 anni: nel dettaglio, si tratta di 683.392 prestazioni fruite da lavoratori dipendenti e autonomi del settore privato (di cui 546.726 erogate a donne e 136.666 a uomini) e 74.980 a ex dipendenti del settore pubblico (49.510 liquidate a pensionate e 25.470 a pensionati).

Le pensioni di lunga durata sono appannaggio sopratutto delle donne, cui spetta l’80% delle prestazioni in pagamento da 37 anni e più e il 67% di quelle oltre i 25 anni. Sul dato incide la maggior aspettativa di vita delle donne e di sopravvivere al coniuge (pensioni di invalidità, superstiti e vecchiaia sono infatti le tipologie di prestazioni erogate in prevalenza al gentil sesso).

Mediamente, i contributi versati nella vita lavorativa coprono 25 anni di prestazioni previdenziali, rileva il Centro studi di Itinerari Previdenziali (presieduto da Alberto Brambilla, consigliere economico del vicepremier Matteo Salvini e già sottosegretario al Welfare del governo di Silvio Berlusconi).

Si parla di
Sullo stesso argomento

Il 24% dei pensionati è a carico dell’Inps da almeno 25 anni

Today è in caricamento