rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Cosa offrono i provider di connessione Internet a chi usa un modem suo

Dall’1 dicembre chi fa richiesta di una connessione internet tramite Adsl o fibra ottica non è più tenuto a utilizzare il modem fornito dall’operatore che provvede alla connessione alla rete, ma gli operatori del settore faticano ad adeguarsi al nuovo regime introdotto dall’Agcom (contro il quale pende peraltro un ricorso al Tar), che dall’1 gennaio si applicherà anche per contratti stipulati prima di questo mese. Ecco cosa deve aspettarsi chi dispone di un modem proprio, in base all’operatore scelto per la connessione al web.

Tiscali è stato il primo operatore in Italia ad offrire ai propri clienti la possibilità di scegliere, acquistare e utilizzare modem disponibili sul libero mercato. Per aiutare gli utenti, l’azienda ha ha attivato sul proprio sito web una pagina di assistenza nella quale vengono suggeriti (ma non imposti) alcuni modelli di modem. Tim consente l’impiego di modem diversi dal proprio (fornito gratuitamente) per connettersi alla propria rete, non solo per internet ma anche per fare le telefonate incluse nel contratto, qualunque sia l’offerta a cui si aderisce. L’azienda fornisce i parametri necessari alla configurazione di modem diversi dal proprio (come ha richiesto a tutti gli operatori l’Agcom) ma resta il costo obbligatorio di 6,90 euro al mese, aggiuntivi, per chi sceglie Tim Expert (servizio fornito solo da Tim che garantisce l’arrivo di un tecnico a casa).

Rivoluzione modem libero: cosa cambia per utenti e offerte 

Fastweb permette di accedere alla propria rete con qualsiasi modem, per qualsiasi offerta. Per le telefonate, nelle zone in cui sono via VoIP si deve però chiamare l'operatore per avere i dati attraverso cui configurare il modem di proprietà dell’utente cosi da poterlo utilizzare anche per il servizio voce (Fastweb ha giustificato tale scelta con ragioni di sicurezza). Wind 3 ha creato un’offerta ad hoc, Absolute, che permette di usare qualsiasi modem alle stesse condizioni dell’offerta standard (la quale include un modem della stessa Wind 3). L’utente Absolute che usa il proprio modem, paga quindi la stessa cifra dell’offerta standard ma non riceve il modem Wind 3 incluso nell’offerta standard.

Vodafone non ha ancora finito di adeguare la propria rete alla libertà di modem sancita dall’Autorità Garante delle Comunicazioni (dovrebbe mettersi in regola per inizio 2019), ma intanto ha abolito l’addebito di 50 euro per mancata consegna del modem incluso nelle sue offerte all’utente che scegliendo di connettersi con Vodafone voglia fare a meno del modem della stessa azienda.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Cosa offrono i provider di connessione Internet a chi usa un modem suo

Today è in caricamento