Asso di denari

Asso di denari

Sempre più pesce sulla tavola degli italiani

Foto di repertorio

Gli italiani mangiano sempre più pesce, come attestano i dati divulgati da Iias, Istituto Italiano Alimenti Surgelati.

Nel 2017 ogni italiano ha consumato 28,4 kg di pesce, secondo i dati Fao, ponendo l’Italia al di sopra della media nella classifica mondiale del consumo di prodotti ittici (la media planetaria è di 20 chili a testa, in Europa di 22,7 chili). Rispetto all’anno precedente, i consumi ittici degli italiani sono cresciuti del 2%.

Il pesce viene consumato quasi sempre fresco, ma nel 17% dei casi, rileva Ismea, surgelato. Nel solo canale retail, il “pesce naturale” ha registrato un incremento del 7% degli acquisti, seguito a breve distanza da mollane e crostacei (+6,7%); anche le versioni panate e pastellate hanno chiuso l’anno con vendite in crescita (+3%). Il consumo totale di prodotti ittici surgelati l’anno scorso è cresciuto del 5% rispetto al 2016, per un ammontare complessivo di 113.400 tonnellate.

Dieci milioni di famiglie italiane consumano abitualmente bastoncini di pesce, che risulta il prodotto ittico più apprezzato dai bambini.

La legge prevede l’obbligo di indicare in etichetta il luogo di pesca del pesce fresco venduto in Italia. Le aree di pesca (Gsa) italiane sono contrassegnate dalle sigle Gsa 9 (Mar Ligure e Tirreno), 10 (Tirreno centro meridionale), 11 (mari di Sardegna), 16 (coste meridionali della Sicilia), 17 (Adriatico settentrionale), 18 (Adriatico meridionale), 19 (Jonio occidentale), oltre che dalle attigue 7 (Golfo del Leon), nonché 8 (Corsica) e 15 (Malta).

Secondo i dati ISMEA, lo mangiamo soprattutto fresco e decongelato, ma 1 volta su 5 lo scegliamo surgelato (17% dei consumi). Un trend, questo, che si attesta in continua crescita. L’IIAS – – ricorda che nel 2017 ne sono state consumate 113.400 tonnellate, con un aumento del +5% rispetto all’anno precedente. Insomma, gli italiani amano il pesce, indipendentemente che sia fresco o surgelato, e iniziano a mangiarlo già in tenera età.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Asso di denari

" Un po' come la legge di gravità e le leggi della fisica in generale, l'economia ci appare spesso come un limite, una gabbia, tanto che qualcuno l'ha anche definita ""la scienza triste"". Ma per l'economia, come per la fisica, il manto di grigiore che l'avvolge davanti agli occhi dell'ordinary man, l'uomo qualunque, può essere squarciato e regalare l'immensa sorpresa di un universo tutto da scoprire, dove non esistono solo vincoli ma anche opportunità. Così come, pur senza essere un angelo e senza avere ali, scoprendo le leggi della fisica l'uomo ha sfruttato l'opportunità di riuscire a volare, così - ed è quello che ci prefiggiamo con questo blog - affrontando l'economia senza timori, ciascuno può provare a divenire un asso. Non un asso dell'aviazione ma un asso di denari "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento