Sabato, 31 Luglio 2021

Rallenta il recupero dell’evasione fiscale

Il recupero dell’evasione fiscale è la formula magica con cui qualsiasi governo promette di trovare le risorse per fare fronte agli impegni che si assume, senza aumentare ancora le tasse. Ma i dati relativi al recupero dell’evasione suggeriscono cautela.

Cala a 55,7 miliardi l’evasione scoperta nel 2016 dalla Guardia di Finanza che ha denunciato oltre 27.500 posizioni irregolari, secondo quanto segnala l’Ufficio studi della Cgia di Mestre. Nel 2015 l’evasione scoperta era stata pari a 61,1 miliardi di imponibile. Negli ultimi 16 anni l’attività degli uomini delle Fiamme gialle contro l’evasione fiscale ha consentito di portare a galla oltre 562 miliardi di euro di imponibile evaso e di scovare quasi 537.000 evasori.

Cala il sostegno dei Comuni all’Agenzia delle Entrate per gli accertamenti: nel 2016 è diminuito del 41,3% rispetto al 2015, secondo quanto riferisce la Corte dei Conti nel Rendiconto generale. Il calo è in atto da anni: si è scesi da 3.455 accertamenti del 2012 a 1.156 del 2016 passando per i 2.916 del 2013, i 2.701 del 2014 e i 1.970 del 2015.

I Comuni percepiscono il 100% di quanto recuperato e non più solo il 33% (quota elevata al 50% nel 2012), ma l’associazione dei Comuni italiani (Anci)  sostiene che i Comuni si focalizzano soltanto sui casi da cui si aspettano di recuperare grosse somme. I Comuni della Calabria sono quelli che più si sono rivolti all’Agenzie delle Entrate nel 2016: 230 segnalazioni. Seguono quelli della Lombardia (161 segnalazioni) e dall'Emilia Romagna (160 segnalazioni), ultima è invece  la Basilicata che non ha effettuato segnalazioni, preceduta da Valle d'Aosta (una segnalazione), Abruzzo (4) e Molise (5). Negli ultimi 5 anni fino al 2016 il crollo più significativo nelle segnalazioni si è registrato in Lombardia passata da 1.127 del 2012 a 161 del 2016 e in Emilia Romagna passata da 1.061 a 160.

L’ammontare riconosciuto ai Comuni è calato dal 2014 al 2015 di oltre il 22,6% passando da 21,7 milioni a 16,8 milioni. I Comuni di di Lombardia e Emilia Romagna nel 2015 hanno recuperato il 64,6% del totale di quanto accertato in tutta Italia e hanno incassato rispettivamente 6,4 e 4,4 milioni. Dietro di loro i Comuni di Piemonte (1,2 milioni incassati nel 2015), Liguria (1,1 milioni), Veneto (un milione) e Toscana (960mila euro).

Si parla di
Sullo stesso argomento

Rallenta il recupero dell’evasione fiscale

Today è in caricamento