Martedì, 27 Luglio 2021

Irpef, Irap e Iva: le scadenze fiscali di agosto

Fisco operativo anche ad agosto, pronto ad attendere il contribuente al termine delle vacanze. Ecco le scadenze fiscali di questo mese comunicate dall’Agenzia delle Entrate.

21 agosto: è il termine per il versamento delle imposte derivanti dalla dichiarazione dei redditi, dalla dichiarazione Irap e dalla dichiarazione in materia di imposta sul valore aggiunto di imprenditori e lavoratori autonomi, maggiorando le somme dovute dello 0,40% (termine differito). Ed è anche il termine per il versamento della prima rata dell'Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2016 e di primo acconto per l'anno 2017, maggiorando preventivamente l'intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo; per il versamento della sesta rata del saldo Iva relativo all'anno d'imposta 2016 risultante dalla dichiarazione annuale con la maggiorazione dello 0,33% mensile a titolo di interessi; per il versamento dell’Iva del mese di luglio (per i contribuenti mensili) o dell’Iva del secondo trimestre (per icontribuenti trimestrali); per versamento deIIa seconda rata dei contributi Inps su minimale per commercianti e artigiani e per il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali di dipendenti e collaboratori. E’ infine la scadenza per il ravvedimento delle imposte e ritenute non effettuate o effettuate in misura insufficiente entro il 17 luglio 2017, con maggiorazione degli interessi legali.

25 agosto: è il termine per la presentazione degli elenchi riepilogativi Intrastat delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti Ue.

30 agosto: è la scadenza per il ravvedimento operoso dei tributi che dovevano essere pagati entro il 31 luglio 2017, con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo.

31 agosto: è la data per il versamento della terza rata dell'Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2016 e di primo acconto per l'anno 2017, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,66% (non titolari di Partita Iva); per il versamento della quarta rata bimestrale dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale relativa alla dichiarazione presentata entro il 31 gennaio 2017; per il versamento della terza rata dell'imposta sostitutiva operata nella forma della "cedolare secca" a titolo di saldo per l'anno 2016 e di primo acconto per l'anno 2017, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,66% (non titolari di Partita Iva); per il versamento dell'imposta sulle assicurazioni dovuta sui premi ed accessori incassati nel mese di luglio 2017 nonché gli eventuali conguagli dell'imposta dovuta sui premi ed accessori incassati nel mese di giugno 2017.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Irpef, Irap e Iva: le scadenze fiscali di agosto

Today è in caricamento