Giovedì, 4 Marzo 2021
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Milano e altre 4 città italiane nella classifica mondiale delle smart cities

Il Duomo di Milano

Milano difende l’onore dell’Italia nella classifica delle smart cities del mondo nella quinta edizione dello IESE Cities in Motion Index (CIMI), realizzato dal Center for Globalization and Strategy sulla base di 9 caratteristiche (capitale umano, coesione sociale, economia, ambiente, governance, urbanistica, internazionalità, tecnologia e mobilità e trasporti).

Milano è solo al 45esimo posto ma è la città che più è migliorata negli ultimi 2 anni. New York, Londra e Parigi le prime 3 classificate, il capoluogo lombardo ha scalato 13 posizioni, 4 solo nell’ultimo anno.

Per i trasporti, Milano è la 16esima smart city del mondo, mentre si colloca al 35esimo posto per l’economia e al 46esimo per l’apertura internazionale. 

Nella lista delle smartcities figurano anche Roma, Firenze, Torino e Napoli, rispettivamente al 66esimo, 98esimo, 106esimo e 109esimo posto (su un totale di 165 città al mondo).

Secondo l’Onu nel 2050, l’80% degli italiani risiederà in città e in generale il 70% della popolazione mondiale vivrà nei centri urbani, che consumano il 75% dell'energia mondiale, producono il 50% dei rifiuti globali e generano tra il 60% e l'80% delle emissioni di gas serra. Uno studio dell'Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) attesta che l’Italia è il secondo Paese della Ue per afflusso di turisti, con oltre 50 milioni di visitatori ogni anno e una crescita a 2 cifre che rappresenta il 6% del Pil del Paese. L’Information techonology che definisce quanto una città sia smart sarà quindi sempre più importante per realizzare un nuovo equilibrio tra aspetti sociali, economici e ambientali. 

milano-10-19

Si parla di
Sullo stesso argomento

Milano e altre 4 città italiane nella classifica mondiale delle smart cities

Today è in caricamento