Martedì, 27 Luglio 2021

Con le tredicesime arrivano 36 miliardi, ma chi lavora nelle microimprese rischia di non ricevere nulla

Quest'anno l'importo complessivo per i pagamenti della tredicesima mensilità sarà di circa 36 miliardi, ma la maggior parte finirà in tasse e regali di Natale mentre migliaia di lavoratori italiani dipendenti delle imprese più piccole che ancora non sono uscite dalla crisi dovranno rinunciarvi.

Il 39% degli italiani userà la tredicesima per le spese natalizie, il 34%per pagare tasse, mutui, rate e bollette, il 19% la destinerà al risparmio secondo un’indagine Coldiretti/Ixé sul comportamento di spesa dei circa 33 milioni di italiani nel giorno in cui inizia il pagamento della tredicesima in busta paga.

Quasi 9 italiani su 10 trascorreranno il Natale in casa, dato in linea con lo scorso anno, mentre a Capodanno saranno 6 su 10 gli italiani che aspetteranno a casa il rintocco della mezzanotte per brindare al 2018, dato questo in leggera flessione rispetto allo scorso anno, sostiene il centro studi di Confcooperative: una fetta delle tredicesime sarà investita in cenoni in ristoranti o in brevi viaggi in località turistiche. Gli italiani saranno, infatti, più portati a spendere per se stessi che per gli altri il +3,9% di tredicesime rispetto al 2016 (33,7 miliardi di quest'anno rispetto ai 32,4 dello scorso anno).

Quasi il 20% delle microimprese avranno problemi a pagare le tredicesime stando a quanto emerge da un'indagine dell'Adnkronos, condotta su un campione di oltre mille imprese di piccole dimensioni distribuite in tutta Italia. Il dato, comunque, è più basso rispetto alla stessa rilevazione dell'anno scorso, evidenziando un trend in progressivo miglioramento: è pari al 19% la quota di imprenditori interpellati (erano il 21% l'anno scorso, il 24% nel 2015 e il 27% nel 2014) che dichiara di non essere in grado di onorare il pagamento. Sale invece la quota di chi, tra le imprese in difficoltà, segnala che già l'anno scorso è stato costretto a non rispettare con puntualità l'appuntamento con la tredicesima: sono il 55% (erano il 51% l'anno scorso e il 35% nel 2015), a dimostrazione che c'è una fascia di imprese che non riesce a invertire la rotta. Tra le ragioni indicate per 'giustificare' il mancato pagamento della tredicesima prevale l'eccessiva concentrazione degli adempimenti fiscali in dicembre, indicata dal 75% delle imprese che sono costrette a non pagare (erano il 73% nel 2016); resta stabile rispetto allo scorso anno la quota di imprese, il 27%, che denuncia la mancata concessione da parte delle banche del prestito necessario a coprire l'esigenza di maggiore liquidità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Con le tredicesime arrivano 36 miliardi, ma chi lavora nelle microimprese rischia di non ricevere nulla

Today è in caricamento