Domenica, 7 Marzo 2021
Asso di denari

Asso di denari

A cura di Carlo Sala

Le vendite a domicilio crescono al Sud, ma rendono di più in Lombardia

Foto di repertorio

Le vendite a domicilio crescono a valore e vedono il Sud, in particolare la Campania, come aree estremamente promettenti, anche se la maggior parte del fatturato del settore proviene dalla Lombardia.

Le vendite a domicilio nel 2017 hanno raggiunto 1,660 miliardi, in crescita dell’1,8% rispetto al 2017, secondo quanto riferisce il Centro Studi di Univendita. 

Le vendite a domicilio si sono concentrate in Lombardia dove le aziende del settore hanno realizzato un fatturato di 237 milioni 385mila euro. La Lombardia ha pesato per il 14,3% sul fatturato complessivo, mentre il Nord Ovest nel complesso per il 24,2% (Piemonte/Valle d’Aosta e Liguria hanno inciso rispettivamente il 7,6% e il 2,3%). 

La Campania è il secondo mercato più profittevole per le vendite a domicilio, con un fatturato 2018 di 185 milioni di euro, mentre nel complesso Sud e Isole sono la macroarea con la maggior incidenza sul totale nazionale: il 36,8% del fatturato (610 milioni di euro) è stato realizzato lì, battendo Nord Ovest (401 milioni di euro), Nord Est (353 milioni di euro) e Centro (293 milioni). Al terzo posto nella classifica delle Regioni più profittevoli c’è il Veneto (154 milioni di euro).

La Campania è la Regione col maggior numero di venditori a domicilio: 23mila, contro i 21.500 della Sicilia e gli oltre 20mila della Lombardia. A livello di aree geografiche  il maggior numero di venditori del 2017 si è concentrato al Sud e nelleIsole (77.700 addetti pari al 49% del totale), poi nel Nord Ovest (32.000 addetti), nel Nord Est (24.000 addetti) e al Centro (24.500 addetti).

Si parla di
Sullo stesso argomento

Le vendite a domicilio crescono al Sud, ma rendono di più in Lombardia

Today è in caricamento