rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022

Tempo di ferie, italiani pronti a spendere il ‘tesoretto’ risparmiato durante l’anno

Gli italiani sono disposti a risparmiare, pure di andare in vacanza. Secondo quanto risulta da una ricerca dell’International Travel Survey realizzata da Momondo, che analizza la propensione alla spesa nei viaggi, dopo anni di rinunce in Italia è in atto un’inversione di tendenza: anziché sacrificare le ferie, gli italiani fanno qualche rinuncia durante l’anno per avere poi un ‘tesoretto’ da utilizzare per andar via.

Il 77% degli italiani pensa di spendere per ferire da 500 a 5000 euro e di questi il 29% preventiva spese di 1.000-2.000 euro e il 28% di 2.000-5.000. I budget sono elevati in particolare nella fascia di età compresa tra i 56 e i 65 anni, ma anche in quella tra i 25 e i 35 anni i viaggi low cost (da 500 a mille euro) risultano in calo.

Trentasei milioni di italiani spenderanno 33 miliardi di euro nei prossimi mesi, secondo SWG – Confesercenti, per vacanze in Italia e all’estero. Rispetto al 2015, gli italiani spenderanno 3 miliardi in più, scegliendo soprattutto in base alle disponibilità economiche (45%), m anche a seconda della sicurezza del luogo prescelto (11%) e dei compagni di viaggio (11%).

Per risparmiare il 50% degli italiani usa internet per prenotare o organizzare le vacanze, il 19% andrà “alla ventura”, rinunciando a prenotazioni e pianificazioni di qualsiasi tipo e il 7% dei vacanzieri cercherà l’affare con le offerte last minute. Il 14% dei vacanzieri si affiderà invece a tour operator e agenzie di viaggi. La famiglia (45%) e la coppia (33%) sono ancora le “formazioni” più frequenti per le vacanze estive, seguite dagli amici (17%), mentre soltanto il 4% trascorrerà la villeggiatura da solo.

Alberghi e pensioni restano la soluzione più gettonata per le ferie (36%) seguiti dalle case in affitto (25%). Il16% dei vacanzieri sceglierà bed&breakfast e il 13% utilizzerà case di proprietà o si farà ospitare in casa di amici o parenti. L’automobile resta il mezzo di trasporto più utilizzato (62%), anche se perde leggermente terreno rispetto agli scorsi anni. Aumenta invece l’utilizzo di aerei (26%), navi e traghetti (6%) e pullman (4%), mentre resta stabile l’impiego del treno (9%).

Solo un vacanziere su 10 farà ferie dai 10 ai 20 giorni, la più parte (19%) spenderà lontano da casa dai 7 ai 13 giorni, il 18% si concederà non più di una settimana di riposo, il 16% 2 settimane e il 12% solo 4-6 giorni.

La Puglia è la località turistica preferita in Italia davanti a Sicilia e Sardegna, le località di mare restano la destinazione prediletta nei mesi estivi (60%) davanti alle città d’arte (10%) e alla montagna (10%). Tra le mete estere la Grecia resta in pole position (27%), seguita da Croazia (23%) e Spagna (20%).

Giugno è il mese più conveniente per le ferie estive, secondo Coldiretti costa il 30% in meno, e ad approfittarne sono 3,5 milioni di italiani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Tempo di ferie, italiani pronti a spendere il ‘tesoretto’ risparmiato durante l’anno

Today è in caricamento