Asso di denari

Asso di denari

Affari più facili per la Cina: lo yuan diventa "valuta di riserva" del Fondo monetario

Foto Ansa

Come da accordi internazionali del novembre 2015, dall’1 ottobre lo yuan cinese è ufficialmente la quinta valuta di riserva del Fondo monetario Internazionale e la posizione di Pechino sui mercati si rafforza. Lo yuan si aggiunge a dollaro Usa, euro, yen giapponese e sterlina inglese, anche se diversamente da tutte queste altre monete esso non è ufficialmente convertibile.

Con l’ingresso tra le valute di riserva lo yuan vale quasi come l’oro, perché le valute riconosciute come valuta di riserva dal Fmi concorrono a calcolare il valore dei Diritti speciali di prelievo (Dsp), che hanno sostituito l’oro come riferimento per le transazioni internazionali (frutto della media tra i valori delle monete su cui sono calcolati, i Dsp sono in sostanza il punto di riferimento certo per sapere quanto una valuta vale nei confronti di un’altra).

La Cina ottiene anche altri due vantaggi importanti: i Paesi che emettono le valute riconosciute come base di calcolo dei Dsp possono comprare beni ad un tasso marginalmente più basso rispetto alle altre nazioni, perché per ogni scambio commerciale effettuato questi Paesi non devono sopportare i costi di transazione necessari a cambiare la loro valuta in quella richiesta per il pagamento. 

In secondo luogo, questi stessi Paesi, e ora dunque anche la Cina, possono prendere a prestito somme di denaro ad un tasso d'interesse più conveniente, grazie alla capillare presenza della loro valuta in più mercati finanziari (se la loro valuta non fosse diffusa internazionalmente infatti non godrebbe dello status di valuta di riserva).

Il nuovo status dello yuan significa che la Cina potrà comprare di più perché ora è meno probabile che chi fa affari con Pechino chieda di essere pagato in dollari (o euro o altro) o decida di saldare i suoi debiti con Pechino in una moneta diversa da quella di quel Paese.

Asso di denari

" Un po' come la legge di gravità e le leggi della fisica in generale, l'economia ci appare spesso come un limite, una gabbia, tanto che qualcuno l'ha anche definita ""la scienza triste"". Ma per l'economia, come per la fisica, il manto di grigiore che l'avvolge davanti agli occhi dell'ordinary man, l'uomo qualunque, può essere squarciato e regalare l'immensa sorpresa di un universo tutto da scoprire, dove non esistono solo vincoli ma anche opportunità. Così come, pur senza essere un angelo e senza avere ali, scoprendo le leggi della fisica l'uomo ha sfruttato l'opportunità di riuscire a volare, così - ed è quello che ci prefiggiamo con questo blog - affrontando l'economia senza timori, ciascuno può provare a divenire un asso. Non un asso dell'aviazione ma un asso di denari "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • l'inizio della caduta del dollaro, poi a seguire , dopo una settimana, quella specie di valuta/fregatura chiamata euro.

Torna su
Today è in caricamento